Alluvione in Germania, il sacrificio del pompiere-eroe travolto durante il salvataggio

Venerdì 16 Luglio 2021 di Flaminia Bussotti
Alluvione in Germania, il sacrificio del pompiere-eroe travolto durante il salvataggio

La gente della Renania, della Ruhr, del Sauerland è gente semplice, lavoratrice, abituata a rimboccarsi le maniche e non lagnarsi, ma una cosa così non l'avevano mai vista: le piogge e le inondazioni che da giorni si abbattono sulla Renania-Palatinato e il Nord-Reno-Vestfalia hanno messo la gente in ginocchio. L'ha presa totalmente impreparata perché la violenza dell'acqua che l'ha travolta, e in molti casi trascinata nella morte (almeno 57 le vittime), non era conseguenza di condutture malandate, incuria degli argini e negligenza umana, ma semplicemente forza della natura.

Germania, i morti delle alluvioni salgono a 81: centinaia i dispersi. Merkel: «Capiremo la portata nei prossimi giorni»

Nessuno poteva immaginarselo, prevederlo. Neanche lontanamente potevamo immaginare una tragedia del genere, dice in lacrime una donna ai microfoni della rete Ntv davanti alla rovina della sua casa completamente sbriciolata dalla furia delle acque. Tutto distrutto, casa, mobili, macchine, attrezzi, impossibile fare un bilancio, dice: se non ci aiutano è la fine. Una tragedia così non si vedeva dalla seconda guerra mondiale, ha detto scuro in volto un uomo anziano. La maggior parte delle vittime sono morte travolte dalle acque o affogate nelle cantine, come un uomo di 77 anni a Kamen, Nord-Reno-Vestfalia, inghiottito dall'acqua nella cantina di casa inondata.

IL SINDACO
A Solingen un uomo di 82 anni è affogato in cantina dopo essere caduto. Nella cittadina famosa nel mondo per la produzione di lame e coltelli, 130 persone sono state tratte in salvo dall'acqua alta in condizioni critiche: «le abbiamo salvato con scale, barche, boe e ogni mezzo possibile, tutto improvvisato», ha detto un portavoce dei vigili del fuoco. Solingen «è stata colpita da una grande catastrofe, l'inondazione del secolo», ha detto il sindaco Tim Kurzbach. Fra le vittime anche due vigili del fuoco: uno di 52 anni è caduto durante un salvataggio a Werdohl, nel Sauerland, e ogni tentativo di rianimarlo è stato vano.

Poco prima, ad Altena, sempre nel Sauerland, un pompiere è affogato tentando di salvare un uomo. Migliaia i vigili del fuoco mobilitati con turni di lavoro fino a 30 ore. Migliaia i cittadini evacuati per pericolo crollo delle abitazioni sott'acqua. Blackout di luce e telefoni un po' ovunque, compreso un ospedale a Leverkusen (Nord-Reno-Vestfalia) dove l'acqua del fiume Dhünn ha fatto saltare l'elettricità: 468 i pazienti evacuati e trasferiti o dimessi a seconda delle loro condizioni: operazioni, interventi e appuntamenti rinviati, 12 bambini e 15 adulti più gravi spostati in altri ospedali.
 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 08:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA