Crede di avere il coronavirus e si isola dal resto della famiglia, 13enne muore nella sua cameretta

Lunedì 20 Luglio 2020 di Alessia Strinati
Crede di avere il coronavirus e si isola dal resto della famiglia, 13enne muore nella sua cameretta

Credeva di avere il coronavirus e si è isolato nella sua camera da letto dove è morto solo. Un ragazzo di 13 anni ha iniziato a stare male con dolori al petto, vomito, nausea e febbre. Credendo che avesse il covid la mamma lo ha fatto sottoporre al test, ma è risultato negativo, però il giovane ha continuato ad isolarsi temendo di contagiare la sua famiglia.

Muore a 18 anni per un tumore al cervello: «Ha combattuto da guerriera»

Secondo quanto riporta il Daily Mail Maxx Cheng, di Claremont, California, si era isolato nella sua camera da letto. Quando le sue condizioni sembravano migliorare però è stato trovato privo di vita nella sua stanza dalla famiglia. I suoi cari raccontano di averlo visto svenuto, proprio quando la febbre era scesa e la tosse stava diminuendo.

Sconvolti per la morte del 13enne la famiglia aspetta gli esiti dell'autopsia che chiariranno le cause del decesso. Maxx era sempre stato in forma e in buona salute prima di ammalarsi era uno sportivo e faceva parte persino della squadra di nuoto locale.

Infermiera aspetta che il paziente Covid peggiori per rubargli la carta di credito: tre giorni dopo il malato muore
Luca muore pochi giorni prima di sposarsi a 37 anni: «Trattato come paziente covid, ma era negativo»

Ultimo aggiornamento: 18:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA