Coronavirus, il mondo verso quota 270mila morti: negli Usa 2.448 vittime in 24 ore. Australia annuncia piano per riapertura

Venerdì 8 Maggio 2020

Stanno per superare quota 270mila le vittime da coronavirus nel mondo. Secondo l'ultimo aggiornamento della Johns Hopkins University i decessi a livello globale sono stati 269.584, con 3.846.949 casi confermati. Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito, con 75.670 morti e 1.256.972 casi di contagio confermati. Dopo gli Usa il Paese con il maggior numero di vittime è il Regno Unito, che al momento ha registrato 30.689 decessi e 207.977 casi.

Fase 2, il virologo: «Il Covid non si è indebolito, in autunno può tornare ancora più forte»
Fase 2, arrivano i "detective" del virus per i test a domicilio : «In 8 ore troviamo i sospetti positivi»

Negli Usa le vittime sono state 2.448 nelle ultime 24 ore, secondo i dato della Johns Hopkins University. Nella giornata precedente i decessi erano stati 2.073. Il bilancio complessivo ha superato le 75.500 vittime, con oltre 1,2 milioni di contagi in tutto il Paese. 

Germania, i decessi sono 7.266. Sono 7.266 i decessi in Germania a causa della pandemia di coronavirus. Gli ultimi dati dell'Istituto Robert Koch parlano di 147 morti in più rispetto ai dati di ieri mattina e 167.300 contagi in totale, con 1.209 nuovi casi. I dati diffusi ieri parlavano di 123 decessi e 1.284 casi di Covid-19 in 24 ore. In Germania, stando all'Istituto Robert Koch, sono oltre 140mila le persone guarite dopo aver contratto l'infezione.

Australia annuncia piano per la riapertura. L'Australia ha annunciato una roadmap in tre fasi per allentare le restrizioni imposte a causa del coronavirus e far ripartire entro luglio l'economia del Paese. «Oggi stiamo mettendo l'Australia nella posizione di andare avanti», ha detto il primo ministro Scott Morrison parlando a Canberra. «Il nostro obiettivo è attraversare tutti questi passaggi per ottenere un'economia a prova di Covid nel luglio di quest'anno. Con questo piano, dobbiamo camminare prima di correre», ha spiegato il premier. Nella prima fase di allentamento delle misure restrittive sarà consentita la riapertura di bar, ristoranti, negozi, librerie, piscine e parchi giochi. Si potranno ricevere in casa visite fino a cinque persone e saranno consentiti gli assembramenti fino a 10 persone. Sarà anche consentito viaggiare all'interno del proprio stato per ragioni non essenziali. La fase due consentirà gli assembramenti fino a 20 persone, oltre che la riapertura di palestre, saloni di bellezza, musei e cinema. In questa fase saranno consentiti alcuni spostamenti tra gli stati. Nella fase tre saranno invece possibili gli assembramenti fino a 100 persone, con la riapertura di pub, discoteche, saune ed altre attività. Morrison non ha annunciato le date esatte di avvio del piano, perché spetterà ai vari stati decidere quando introdurre le varie misure. Il piano, ha spiegato, sarà rivisto ogni tre settimane per i necessari aggiustamenti. L'Australia ha fino ad oggi registrato 6.900 casi confermati di coronavirus, con 97 decessi. I contagi attuali sono meno di 900.

Ultimo aggiornamento: 08:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA