Fuga dall'aereo di linea in fiamme: 40 feriti, decollo abortito e fuori pista per Airbus 319 diretto in Tibet Video Foto

Giovedì 12 Maggio 2022 di Paolo Ricci Bitti
Fuga dall'aereo in fiamme per i passaggeri del volo per il Tibet: decollo abortito e Airbus 319 fuori pista Video Foto

Decollo abortito e fuga dall'aereo in fiamme per i passeggeri e l'equipaggio del volo TV9833 operato con un Airbus  A319/B matricola 6425. Il velivolo della Tibet Airlines ha preso fuoco questa mattina all'aeroporto cinese di Chongqing dopo essere uscito di pista: lo ha riferito l'agenzia Xinhua, secondo cui sono stati registrati alcuni feriti tra i 119 viaggiatori senza precisare le loro condizioni e il loro numero. E' una delle situazioni più temute e più pericolose: i serbatoi del velivolo sono ancora pieni (fino a 23mila litri di cherosene Jet A-1) e in caso di incendio è molto difficile per hostess e steward impedire il panico tra i passeggeri mentre si allestiscono le procedure per lo sgombero rapido della fusoliera attraverso gli scivoli di emergenza gonfiabili. 

Da quel che si vede nel tracciato riportato nel sito Flightradar24, il jet bimotore - un modello molto diffuso per le tratte medie e corte, una versione "rattrappita" della A320 - non ha mai staccato le ruote da terra e, per fortuna, non sembra avesse raggiunto ancora la velocità necessaria per il decollo: la manovra era insomma appena iniziata e magari qualche passeggero non aveva ancora allacciato la cintura e spento cellulare. L'equipaggio di cabina non aveva ancora effettuato la dimostrazioni delle procedure di sicurezza che non si ascoltano mai con attenzione. 

«Un aereo diretto da Chongqing a Lhasa è uscito di pista all'aeroporto internazionale di Chongqing Jiangbei, provocando l'incendio dell'aereo», ha spiegato il network statale Cctv. Tutti i passeggeri e l'equipaggio sono stati «evacuati in sicurezza», ha chiarito in una nota Tibet Airlines, aggiungendo che le persone ferite - una quarantina - tutte in «modo lieve», sono state comunque trasportate in ospedale per le cure.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il volo, che trasportava 113 passeggeri e 9 componenti dell'equipaggio, era diretto dalla megalopoli di Chongqing a Nyingchi, in Tibet, quando l'equipaggio ha notato «anomalie» e «sospeso il decollo», provocando l'uscita di pista e un incendio. Le immagini condivise dai media statali cinesi hanno mostrato le fiamme che avvolgevano l'ala sinistra del jet con i passeggeri in fuga.

Il fatto è avvenuto mentre la Cina è ancora scossa dal gravissimo incidente di marzo del volo operato da China Eastern in viaggio da Kunming a Guangzhou, schiantatosi su una montagna uccidendo tutte le 132 persone a bordo. Le indagini in corso non hanno ancora fornito una ragione dell'incidente aereo che è stato il più grave in Cina negli ultimi 30 anni. Le due scatole nere, sia pure danneggiate, sono state recuperate e sono state analizzate anche negli Stati Uniti. I dati preliminari hanno riscontrato che le qualifiche degli equipaggi di volo e di cabina «soddisfacevano i requisiti di sicurezza».

Il precedente

Nel 2018 un A319/100 della Sichuan Airlines fu costretto ad atterrare in emergenza all'aeroporto di Chengdu-Shuangliu (sempre nella zona centrale della Cina) per il cedimento di una parte del parabrezza della cabina di pilotaggio

 

 

Ultimo aggiornamento: 23:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA