Il passaporto agli altoatesini concesso dall'Austria crea solo tensioni per miopi interessi elettorali

PER APPROFONDIRE: angela merkel, austria, lettera
Caro Direttore,
il Governo austriaco sta predisponendo una legge che concederebbe la cittadinanza austriaca agli altoatesini di lingua tedesca e ladina. A partire dagli accordi De Gasperi Gruber del 1946, l'Austria è sempre stata la tutrice dei cittadini della Provincia di Bolzano e, dopo anni difficili e complicati, da parecchio tempo, mi pare non ci fossero screzi gravi tra le comunità interessate. Questa iniziativa del nuovo Governo Austriaco, deve considerarsi un gesto ostile e voglio sperare che il nostro Governo, senza urla o gesti eclatanti, dimostri fermezza, come è necessario in questi casi.

Gino De Carli
Soranzen (Belluno)


Caro lettore,
il nostro ministero degli Esteri è già intervenuto chiedendo, attraverso l'ambasciata italiana, chiarimenti all'Austria e definendo l'eventuale legge sul doppio passaporto per gli altoatesini di lingua tedesca e ladina un atto ostile. Mi sembra il minimo. Con questa iniziativa il governo austriaco dimostra infatti tutta la sua arroganza e la sua spregiudicatezza. È evidente il tentativo di Vienna di annettersi le eccellenze altoatesine, gli sportivi in particolare, a costo zero. L'Italia li forma, investe su di loro, li lancia e gli austriaci poi se li prendono e li avvolgono nella bandiera rosso-bianca. Ad onor del vero i campioni sudtirolesi, dalla biatleta Wierer all'alpinista Messner, hanno già espresso la loro contrarietà al doppio passaporto e ribadito la loro orgogliosa volontà di rimanere italiani. Ma l'Austria non molla. Assumendosi una grave responsabilità: invece di contribuire a migliorare il clima di convivenza tra i diversi gruppi linguistici convivono in Alto Adige, introduce nuove elementi di tensione. Per miopi interessi elettorali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 26 Luglio 2018, 05:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il passaporto agli altoatesini concesso dall'Austria crea solo tensioni per miopi interessi elettorali
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-07-27 12:39:19
Parlando seriamente ... ma se la stessa iniziativa la prendesse Orban offrendo il passaporto ungherese alla minoranza magiara che vive all' interno dei confini austriaci, o Macron ai valdostani, o la Merkel ai tanti germanofoni della Lorena ( Francia ) o della Slesia ( Polonia ) ..... secondo voi cosa altro servirebbe per veder scoppiare, a 100 anni di distanza, un' altra Guerra Europea ?????
2018-07-27 11:55:32
... meglio darlo agli africani, asiatici e resto del mondo.. questo solo è progressismo mondialista. faro di civiltà. lanterna di francesco e luce sorosiana.. il top globalista.. il sogno degli eletti..
2018-07-27 11:46:25
Non capisco lo stupore di tale iniziativa, in fondo sono "paroni a casa loro" o quando tocca ai leghisti nazionali a subire allora il detto non vale più?
2018-07-27 08:19:12
L'imperativo non è tanto proteggere i confini segnati da vecchie guerre imperialiste, combattute per la sete di potere di dinastie sanguinarie ormai decadute, noncuranti dell'identità dei popoli, quanto salvaguardare quella medesima identità messa oggi ancora più in pericolo dal nuovo imperialismo del mercato globale.
2018-07-27 08:03:26
Ma e' un obbligo avere il doppio passaporto ? Ovvero avendocelo uno sportivo DEVE per forza optare per l'Austria ? Ma allora tutti gli innumerevoli "oriundi" che gareggiano sotto bandiera italiana vanno cacciati ?