Caffè al bar sempre più caro: può costare anche 1,70 euro (servito al tavolo). Ecco perché. La denuncia di Assoutenti

Dall'associazione la "classifica" delle città dove la tazzina è arrivata a costare di più

Sabato 28 Maggio 2022
Caffè al bar sempre più caro: può costare anche 1,70 euro (servito al tavolo). La denuncia di Assoutenti
1

Il caffè al bar sempre più caro. È la  denuncia di Assoutenti, che ha stilato la mappa ufficiale dei prezzi dell'espresso nelle principali province italiane: un aumento causato, come per altri prodotti, dalla fiammata di inflazione che sta investendo l'Italia e l'Europa anche a causa della guerra in Ucraina. Il prezzo medio nazionale del caffè è oggi di circa 1,10 euro contro 1,038 euro del 2021 - afferma Assoutenti.

 

Il caffè alza il colesterolo? I rischi per la salute

 

La classifica dei rincari

La palma del caro- caffè spetta al Trentino Alto Adige, con i bar di Trento che vendono l'espresso consumato al banco in media a 1,25 euro, 1,24 euro a Bolzano. Anche a Cuneo il caffè costa 1,24 euro. In ben 3 province dell'Emilia Romagna (Ferrara, Ravenna e Reggio Emilia) l'espresso abbatte la soglia psicologica di 1,20 euro, così come in Veneto (Rovigo e Venezia), mentre a Padova e Vicenza il prezzo medio è di 1,19 euro. Il caffè più economico d'Italia - avverte Assoutenti - è quello servito dai bar di Messina (0,89 euro), seguita da Napoli, città dove l'espresso è una tradizione storica (0,90 euro) e da due province calabresi (Reggio Calabria e Catanzaro, 0,92 euro). La mappatura del caffè realizzata da Assoutenti registra così differenze abnormi dei listini tra nord e sud Italia: il caffè costa a Trento addirittura il 40,5% in più di Messina, pur essendo il medesimo prodotto e realizzato allo stesso modo.

I listini a confronto: niente rincari in 5 province

L'associazione dei consumatori ha poi messo a confronto i listini attuali con quelli in vigore lo scorso anno: si scopre che per il caffè al bar i rincari dei prezzi sono generalizzati e raggiungono quota +16% a Pescara, +15% a Catanzaro, +13,6% a Cosenza, +13,5% ad Alessandria, +12,8% a Bari, +12,7% a Cuneo. Solo 5 province, Napoli, Biella, Lucca, Novara e Macerata, hanno mantenuto stabile il prezzo medio del caffè, mentre in tutte le altre città italiane si registrano aumenti anche pesanti. A Roma per esempio un espresso si pouò pagare 1 euro ma anche 1,70 euro se servito al tavolo.

Ultimo aggiornamento: 29 Maggio, 13:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci