Super Green pass, corsa al vaccino: tutti i trucchi per ottenere l'iniezione in tempi rapidi

D'Amato (assessore alla Salute del Lazio): «La struttura commissariale ci ha dato come obiettivo 30-33mila iniezioni al giorno, siamo ben oltre a 50mila»

Domenica 5 Dicembre 2021 di Mauro Evangelisti
Super Green pass, corsa al vaccino: tutti i trucchi per ottenere l'iniezione in tempi rapidi
1

«Un amico mio mi ha detto che c'era posto per domani a Termini. Ho subito cancellato la mia prenotazione per il 31 dicembre e sono corso a cercare un appuntamento per le prossime 24 ore. Per fortuna, mi è andata bene» racconta Francesco, professionista romano di 45 anni, seconda dose più di cinque mesi fa e preoccupazione perché i due figli piccoli da asilo e scuola elementare potrebbero portare a casa il virus.

Meglio alzare il livello di protezione e farlo in fretta. E nel Lazio, come nelle altre regioni italiane, è scattata spasmodica la ricerca al primo appuntamento disponibile. Ci sono tre tipologie di cittadini all'inseguimento dell'iniezione rapida: chi, appunto, ha visto già scadere i 150 giorni dalla seconda dose (o dal monodose di J&J); chi fa parte delle categorie per i quali dal 15 dicembre diventerà obbligatorio il vaccino - insegnanti e forze dell'ordine -: in caso di terza dose da fare avrà 20 giorni per mettersi in regola, ma c'è comunque una corsia preferenziale; infine, ci sono coloro che solo ora, con l'avvento del super green pass, si sono decisi a vaccinarsi.

 

Super green pass da domani, nuove regole e divieti: dove serve e come scaricarlo

Super green pass da domani, nuove regole e divieti: dove serve e come scaricarlo

 

Corsa al vaccino

Alcuni numeri, prendendo sempre come esempio il Lazio: nelle ultime settimane è ripartita la corsa alle vaccinazioni. Spiega l'assessore alla Salute, Alessio D'Amato: «La struttura commissariale ci ha dato come obiettivo 30-33mila iniezioni al giorno, siamo ben oltre a 50mila».

Ipotizziamo che siate all'inseguimento della terza dose. Prima di tutto calcolate con precisione se sono passati 150 giorni dalla seconda (è un po' meno di cinque mesi), poi mettetevi alla ricerca di un appuntamento sul sito Salutelazio.it, anche se in queste ore sta funzionando molto meglio l'applicazione degli smartphone (il nome è sempre SaluteLazio). Se volete la data più ravvicinata possibile cercate su tutti gli hub disponibili: se non avete problemi a spostarvi, muoversi anche lontano da casa vostra, anche in altre città, può farvi trovare una data più ravvicinata. Altra cosa importantissima da sapere, prendendo sempre come esempio il Lazio: ogni domenica, in genere, vengono aperti 5.000 posti "a vista". Sul sito Salutelazio.it tutte le informazioni su come approfittarne e in quali hub questo servizio è disponibile (sono 12).

Ma la regina di tutte le domande, che rimbalza in queste ore, è un'altra: "Quando ho prenotato qualche giorno fa c'era posto solo per fine dicembre o inizio gennaio. Mi conviene cancellare quella prenotazione, con il rischio poi magari di non trovare una data più vicina e addirittura peggiorare la mia situazione?" Bisogna essere molto prudenti, sapendo che non è possibile prenotare una data differente se prima non si cancella la vecchia prenotazione. Il modo migliore è chiedere a un amico che non ha ancora prenotato la terza dose di verificare se ci sono appuntamenti per i prossimi giorni usando il suo codice fiscale e il suo numero di tessera sanitaria. Se la risposta è positiva, bisogna essere rapidi nel cancellare la vecchia prenotazione e concluderne una nuova. Incrociate le dita. Il consiglio che vale per tutti: dopo cinque-sei mesi la protezione del vaccino decade, siamo in una fase di intensa circolazione del virus destinata ad aumentare. Fatevi la terza dose il prima possibile. 

Per quanto riguarda, infine, il vaccino per i bambini tra 5 e 11 anni, le prenotazioni si aprono da lunedì 13 dicembre. 

 

 

 

 

Video

 

 

Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre, 10:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA