Mutui, cambia il decreto: la casa alle banche dopo 18 (non più 7) rate non pagate

Giovedì 3 Marzo 2016
15
Cambia il dlgs sui mutui per le abitazioni: la clausola di inadempimento sarà facoltativa e la casa potrà essere venduta dalla banca solo dopo 18 rate non pagate. È quanto prevede la nuova formula del decreto legislativo, con le modifiche della commissione Finanze di Montecitorio. Le novità sono state presentate nel corso di una conferenza stampa, dal relatore del provvedimento, Giovanni Sanga, il capogruppo del Pd, Ettore Rosato, il capogruppo in Commissione Finanze, Michele Pelillo. Il parere non vincolante, che sarà presentato la prossima settimana, ha già ottenuto l'ok del governo, assicurano gli esponenti del Partito democratico. 

PD: ESTENSIONE GARANZIE La bozza di parere predisposta dal Pd in Commissione finanze con modifiche già concordate con il governo prevede un'estensione delle garanzie già previste dallo scema di decreto di recepimento della direttiva europea sui mutui. Lo affermano i parlamentari Pd in Commissione Finanze che segnalano, tra l'altro, come l'inadempimento per morosità sia di 18 rate e non di sette. Si tratta inoltre di «mancato pagamento» e non di «ritardato pagamento». 

SIT-IN DEL M5S «LaCasaNonSiTocca. Dalle 17,30 fino a notte il M5S sarà in presidio al ministero dell'Economia contro il regalo alle banche. Venite!». È l'invito che lancia Alessandro Di Battista in un tweet, dando appuntamento ai cittadini in via XX Settembre, dove a breve avrà inizio il sit-in dei 5 Stelle contro la norma che prevede la possibilità della banca di vendere la casa in caso di una insolvenza prolungata per sette rate.

"SPUTITI DAL M5S" «Ingenerare preoccupazioni sui cittadini sui mutui è inutile, dannoso, fuorviante ed è teso unicamente a creare motivi di tensione» da parte di una forza politica, il M5s, che «ha la demolizione nel suo Dna». Lo dice il capogruppo Pd alla Camera, Ettore Rosato, in occasione di una conferenza stampa alla Camera convocata proprio per «chiarire una vicenda, quella sui mutui, molto delicata e oggetto di strumentalizzazioni da parte del M5s». Quello sui mutui, spiega Rosato, è « un provvedimento che recepisce una direttiva del 2014 fatta nell'interesse dei consumatori e i cui contenuti sono stati rafforzati dal governo, con condizioni che privilegiano i cittadini». © RIPRODUZIONE RISERVATA