Il prefetto Morcone: «Affidiamo ai migranti lavori utili nelle città»

PER APPROFONDIRE: lavori utili, migranti, morcone
Il prefetto Morcone: «Affidiamo ai migranti lavori utili nelle città» /Video
«Coinvolgiamo nel lavoro i migranti che sono legittimamente sul nostro suolo: i rifugiati o chi ha già presentato la richiesta di asilo. Non possiamo più lasciare queste persone appese in attesa di un destino che cada dall'alto, ad abbrutirsi passando la giornata ad attendere il pranzo e la cena». Lo propone il capo del Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione, Mario Morcone, in un'intervista al Corriere della Sera. «Alcuni sindaci hanno già attivato progetti di volontariato che vedono i migranti protagonisti», osserva il prefetto.
 

«È ora di fare un passo in avanti». Il lavoro, che è «nell'interesse dei migranti e della collettività», non sarebbe obbligatorio. «Semmai - dice Morcone - possiamo pensare a un meccanismo premiale. Chi mostra buona volontà e capacità di inserirsi nel nostro contesto sociale potrebbe ottenere un'attenzione diversa nell'accoglienza. C'è il permesso umanitario, che attualmente viene dato per motivi di vulnerabilità ai bambini e ai malati. Potremmo usarlo in questo senso. Dopo un anno la verifica servirebbe da incentivo a comportamenti virtuosi». Sulla ricompensa, «non penso a una paga con tariffe nazionali, ma a una retribuzione ridotta: la decurtazione servirebbe per recuperare i costi dell'accoglienza», spiega il prefetto.

L'obiettivo è «dare loro un futuro e far sì che non siano solo un peso per la comunità. L'inclusione, poi, impedisce la radicalizzazione e giova alla sicurezza. Questa emergenza si può trasformare in un'occasione di sviluppo». Quanto alla tipologia di lavoro, «Ci sono settori che hanno bisogno: l'agricoltura, le costruzioni, l'assistenza agli anziani». Per evitare sfruttamento e affari criminali «ci sono sanzioni penali. C'è un protocollo sulla legalità. Non pensiamo di trattarli come schiavi. Certo - rileva Morcone - dove c'è il formaggio arrivano i topi. Bisogna tenere lontano affaristi e garantire trasparenza, ma non possiamo più essere prigionieri dei 'nò dei sindaci che mirano più alla caduta di Alfano o di Renzi che a risolvere la situazione».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 18 Agosto 2016, 15:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il prefetto Morcone: «Affidiamo ai migranti lavori utili nelle città»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2016-08-19 14:17:48
ma ne hanno tanti di lavori utili da fare nei loro paesi perchè non restano la ad aiutare i missionari ottantenni che si prodigano per loro? Se diamo ai missionari i soldi che ci costano in clandestini ci sfamano e istruiscono tutta l'africa
2016-08-19 13:28:16
I lavori utili per la città sono sempre stati destinati ai lavoratori in mobilità o ai disoccupati, e tali devono rimanere. Stanno buttando c...a addosso agli italiani bisognosi, per aiutare clandestini, è ora di finirla !!!!E poi ci dicono razzisti?
2016-08-19 12:35:54
Prefetti e prefetture, istituzioni che una volta incutevano rispetto, ora, ma forse non per volontà loro, incutono altri sentimenti. Persone comandate a fare delle cose vietando loro di capirle, chi sarà il responsabile di tutto questo?
2016-08-19 12:01:54
Magari li paghiamo per i "servizi" così che, tra qualche anno o forse meno, potranno percepire una pensione superiore a quella dei nostri pensionati e/o prendere il posto dei nostri disoccupati!
2016-08-19 09:29:31
sta' volpe qua' non si ricorda che agli italiani viene proibito lavorare se non assicurati??? e allora chi paga le spese per l'inail,ecc???, lui, i sindaci, queste specie di cooperative magnone o chi?????