Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bambino rischia di soffocare in spiaggia con un chicco d'uva: salvato da una pediatra e un'infermiera in ferie

Il piccolo si trovava al mare con i genitori a Solanas (Cagliari) per trascorrere il Ferragosto: provvidenziale l'intervento di due bagnanti

Martedì 16 Agosto 2022
Bambino rischia di soffocare in spiaggia con un chicco d'uva: salvato da una pediatra e un'infermiera in ferie

Un bambino di un anno e mezzo ha rischiato di soffocare per un acino d'uva andato di traverso. Il piccolo, che si trovava in spiaggia con i genitori a Solanas (Cagliari) per trascorrere il Ferragosto, è stato salvato dal tempestivo intervento di due bagnanti: un'infermiera e una pediatra. La prontezza delle due operatrici sanitarie in ferie, anche loro al mare per festeggiare il 15 agosto, è stata decisiva per salvare la vita del bimbo. Lo riporta l'Unione Sarda.

Bambino salvato in spiaggia a Ferragosto

Il piccolo stava mangiando un chicco d'uva quando un acino gli è rimasto bloccato in gola e ha rischiato di soffocare, ma per fortuna a poca distanza c'erano la giovane infermiera, residente a Quartu, e la pediatra. Il bambino aveva smesso di respirare, ma le due donne gli hanno praticato prima la manovra di Heimlich e poi il massaggio cardiaco, consentendogli di sputare l'acino e tornare a respirare autonomamente.

Sul posto è poi giunta un'ambulanza del 118, che nella stagione estiva ha una postazione proprio a Solanas. Il piccolo è stato poi portato, con un'eliambulanza, all'ospedale Brotzu, insieme alla mamma, per accertamenti. Le sue condizioni di salute sono buone, ma i genitori sarebbero ancora sotto choc per quanto accaduto.

Ultimo aggiornamento: 17 Agosto, 11:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci