Vitalizi, bagarre alla Camera: Boldrini espelle Di Battista dall'aula

PER APPROFONDIRE: alessandro di battista, m5s, vitalizi
Vitalizi, bagarre alla Camera: Boldrini espelle Di Battista dall'aula
Il deputato grillino Alessandro Di Battista è stato allontanato dall'aula della Camera dalla presidente Laura Boldrini, dopo essere stato richiamato all'ordine. Di Battista aveva chiesto la parola per un intervento sul regolamento durante il dibattito sul bilancio interno di Montecitorio, ma affrontando il tema della riforma dei vitalizi dei parlamentari ora all'esame del Senato. La presidente della Camera ha richiamato più volte all'ordine Di Battista contestando l'attinenza dell'intervento alla materia oggetto della seduta. 

A più riprese i parlamentari pentastellati sono intervenuti in difesa del collega. In particolare Alfonso Bonafede ha attaccato direttamente Boldrini «presidente della Camera non si comprende in base a quale dinamiche. Perché il tono, non lo so, lo può giudicare la maestra a scuola, ma non la presidente della Camera rispetto a deputati eletti democraticamente dal popolo italiano». Durissima la replica della terza carica dello Stato: «Ma lei come si permette? Sono stata votata. Questo è irrispettoso della presidenza: se non si rende conto che offende è un problema serio». Quando è sembrato che la calma fosse tornata nell'emiciclo, altri interventi dei deputati a 5 stelle hanno riacceso gli animi chiedendo di riammettere Di Battista in Aula «in un dibattito così importante». «Capisco che è difficile osservare le regole - è stata la risposta di Boldrini - ma le regole anche qua vanno rispettate». Boldrini, alle richieste, ha comunque concesso una apertura: «mi riservo di farle avere una risposta in tempo utile».

 Il casus belli è stato un emendamento al Bilancio della Camera da approvare oggi per tagliare i vitalizi agli ex deputati.. Boldrini «ha reso inammissibile le nostre proposte e si è permessa di dire, testuali parole, al Senato la legge sui vitalizi sarà approvata. Io allora ho preso la parola per chiedere chi le garantisse che il Senato approvi questa legge, può metterci una mano sul fuoco? Col nostro emendamento nel frattempo la manovra sui vitalizi alla camera la potevamo fare ora», spiega Di Battista sottolineando come gli sia stato spento il microfono ma lui abbia proseguito a parlare. Da qui l'espulsione. «Questo è il comportamento tipico della Boldrini che non ti fa mai finire un concetto quando è in difficoltà. Questa è l'ennesima prova in cui dimostra di sostenere il Pd», attacca Di Battista. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 2 Agosto 2017, 15:14






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Vitalizi, bagarre alla Camera: Boldrini espelle Di Battista dall'aula
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 30 commenti presenti
2017-08-03 21:20:09
Io contesto il comportamento della Boldrini per imparzialita' e per dimostrato odio verso coloro che non la pensano come lei. Si crede forse superiore a tutti ? Credo di si ma credo anche che la sua bandiera in difesa di clandestini, all'85% non bisognosi di aiuto ma semplici avventurieri, alla luce dei recenti fatti, stia ammainando. Certe realta' e' bene che emergano e certi paladini indegni sarebbe bene mandarli a casa.
2017-08-03 17:02:07
Al di là della persona e del suo carattere c'è veramente da chiedersi come in Italia possa esserci sui massimi scranni istituzionali una persona non votata da nessuno che decide chi sbattere fuori dall'aula tout court. All'onorevole Di Battista, guardando il video, non è stato consentito di finire il discorso e questo è grave. Puerili poi le motivazioni richiamate dalla presidente. Si dimetta onorevole Boldrini, mi creda, da qualsiasi parte politica ben pochi sentiranno la sua mancanza.
2017-08-03 14:18:21
La cosa da ridere è che pure convinta di esser stata votata la Boldrina.
2017-08-03 14:01:48
il punto non è la simpatia o l'antipatia per la Boldrini, ma si parla di rispetto per una figura istituzionale. Rispetto che i 5S non hanno mai dimostrato di avere per nessuno. Le loro continue reazioni scomposte sono una vergogna da punire. La Boldrini ha fatto benissimo ad espellere Di Battista. C'è da vergognarsi che simile gentaglia, lautamente pagata, sieda in Parlamento ...
2017-08-03 14:44:23
Così tu vivi in un universo parallelo. Ecco perché queste "tristezze" politiche continueranno a sedere in parlamento, perché c'è gente come te.