«Morte a Salvini», nel corteo per il clima spunta il cartello di minacce contro il ministro

«Morte a Salvini», nel corteo per il clima spunta il cartello di minacce al ministro

di Marco Pasqua

Non saranno le prime e neanche le ultime. Ma, in questo caso, è davvero difficile capire cosa c'entrino le minacce di morte al ministro dell'Interno, Matteo Salvini, con la causa ambientalista. Corteo per il clima, da piazza della Repubblica a San Giovanni: a Roma, oggi, sfila il popolo dei “No”. «Siamo in 150mila», urlano gli organizzatori quando, dopo aver attraversato (e paralizzato) il centro di Roma arrivano a destinazione. Ci sono i “No Muos”, i “No tav”, i “No Grandi Navi”, i “No tap”, e così via. Tantissimi centri sociali, dal Nord-Est (la manifestazione è guidata da Venezia), ma anche Torino, Padova, Milano. Oltre a quelli della capitale. E poi gli studenti.
 

Si manifesta per il clima, tanti giovani ma anche over 50. Difficile capire il senso del cartello preparato da un ragazzo seduta stante, mentre il corteo era in corso. “Morte a Salvini, vita agli uccelli”, scritto con un pennarello su un foglio di cartone. Digos e carabinieri prendono nota, si ipotizzano le minacce. E questo nel giorno in cui a Legge, è apparsa a Lecce la scritta: “Non sparaer a salve, spara a Salvini”.
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 23 Marzo 2019, 18:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Morte a Salvini», nel corteo per il clima spunta il cartello di minacce contro il ministro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2019-03-24 13:21:20
ma loro possono: sono demografici!!!!!!
2019-03-24 11:17:23
C’è di che ridere: in questo blog quelli che si scandalizzano per quella che non è una minaccia, ma un evidente e puerile augurio (morte alla Juve!, morte ai comunisti/fascisti ecc.) non si risparmiano nell’augurare l’affogamento ai disgraziati (che pure non amo) che fuggono dalla morte (quella vera e quasi certa) degli inferni africani.
2019-03-24 09:28:42
A morte ? No, ci sono altri mezzi comee quello di mandarli a casa. Tra Lumbard e napoletani per il Popolo sarebbe necessario avere un difensore che al momento non vedo all'orizzonte. Il buio avanza e niente si muove.
2019-03-24 09:23:52
Sono per caso gli attivisti che hanno partecipato alla manifestazione per il clima che non sapevano "cosa sono i cambiamenti climatici?, oppure cosa è il buco dell'ozono?" Complimenti
2019-03-24 08:50:28
Gli italiani ed i meridionali in genere non ce l'hanno contro Salvini, ma contro chiunque gli imponga o rammenti i loro doveri oltre ai loro diritti. Potrebbe anche chiamarsi pinco palla! Da cosa nasce questa forma di anarchia contro il potere costituito, lo Stato? Si perde nell'unificazione prima e nei due conflitti dopo, in cui Savoia e Governi italiani hanno imposto sacrificia lacrime miseria e sangue agente per lo piu' contadina senza dare delucidazioni e/o spiegazioni. Questa vessazione con il livello di tassazione alle stelle oggi ed inconcepibile per uno Stato democratico occidentale, continua ancora adesso..amen