Salvini: «Conte in Aula come un Pontefice, basta stato di emergenza». Meloni: «Non voto scostamento»

Giovedì 23 Luglio 2020
Salvini: «Conte in Aula come un Pontefice, basta stato di emergenza». Meloni: «Non voto scostamento»

Matteo Salvini e Giorgia Meloni parlano il giorno dopo una giornata molto intesa dal punto politico ed economico. Conte ieri ha comunicato alle Camere gli esiti dei risultati ottenuti sul fronte del recovery fund e in serata un consiglio dei ministri ha varato novità sul fronte fiscale e sanitario con la proroga dello stato di emergenza. Il leader della Lega sul tema sottolinea che «non c'è un'emergenza sanitaria in corso e chi vuole prorogare lo stato di emergenza è un nemico dell'Italia. Noi non li facciamo uscire dall'Aula, ci stanno loro chiusi, gli italiani meritano respiro e libertà. Ieri non hanno deciso in Cdm, se vogliono questo non esiste, non c'è motivo».

Mes, è scontro nella maggioranza. Il Pd: «Ci serve», ma Conte e i 5Stelle fanno muro
 

Salvini spinge sulla flat tax

Salvini attacca. «Se hanno trovato i soldi, 200 miliardi, la proposta di flat tax che per noi è fondamentale ne vale 13, per noi è una questione di vita o di morte. Ieri abbiamo visto il pontefice in Aula che camminando sulle acque regalava soldi ai senatori in tribuna, se ha trovato i miliardi perchè è un mediatore, 13 per la flta tax ci sono ma credo che per ideologia la sinistra dica di no. O lo fanno loro adesso o lo facciamo noi quando torniamo al governo». Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini in conferenza stampa alla Camera parlando della flat tax. L'eventuale appoggio della Lega allo scostamento di bilancio dipende dal fatto che governo e maggioranza accolgano le nostre proposte. Due in particolare: l'anno bianco fiscale. Visto che Conte ha trovato millemila miliardi, una parte di questi vada a coprire l'anno bianco fiscale. Il secondo grande filone è scuola-disabilità. Non stiamo chiedendo miliardi ma spicci, se ci diranno sì è possibile che l'atteggiamento della Lega sia di un certo tipo, altrimentri in Aula i numeri se li trovano da soli».

Maria Elena Boschi, la foto in yacht a Ischia scatena gli haters (e viene rimossa)

Meloni: io non voto proprio nulla

Giorgia Meloni rilancia. «O il governo mette nero su bianco cosa vuole fare con queste risorse o io non voto proprio niente: i soldi degli italiani, soprattutto quando si tratta di debiti fatti sulle spalle dei nostri figli, non si buttano per pagare le consulenze dei ministri mentre si rischia una ecatombe occupazionale. Chi lo fa se ne assume la responsabilità. Dicano cosa vogliono fare e poi dirò loro se voto o no lo scostamento di bilancio". Lo ha detto la leader di Fdi, Giorgia Meloni a Radio Anch'io. "Finora - ha ricordato - noi siamo stati responsabili e abbiamo votato gli scostamenti di bilancio per 80 miliardi di euro totali. Ci siamo trovati di fronte a un esecutivo di irresponsabili che ha in gran parte dilapidato questi soldi in cose che non c'entravano assolutamente niente con l'emergenza Covid. Oggi è il governo a dover dimostrare responsabilità ed è quello che chiedo».
 

Ultimo aggiornamento: 14:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA