No Tav, tensioni in Val di Susa: due feriti tra le forze dell'ordine

Domenica 13 Dicembre 2020
No Tav, tensioni in Val di Susa: bombe carta contro le forze dell'ordine

Si registrano due feriti tra le forze dell'ordine durante i disordini scoppiati in Val di Susa dove circa 250 No Tav hanno attaccato polizia, carabinieri e guardia di finanza su tre diversi punti per raggiungere il cantiere della Torino-Lione di Chiomonte. Si tratta di un agente di polizia e di un militare della guardia di finanza. I gruppi di circa 250 incappucciati hanno accerchiato i reparti dall'alto e dal basso attaccandoli con fitto lancio di bombe carta, petardi e sassi al cancello del sentiero "Gallo-Romano" che sbarra l'accesso all'area di cantiere di Chiomonte, allargato nei giorni scorsi per i lavori della nuova Torino-Lione. Le forze dell'ordine hanno risposto con lanci di lacrimogeni. I disordini stanno continuando tra i boschi attorno al cantiere. 

 

No Tav, tensioni in Val di Susa: bombe carta contro le forze dell'ordine

Secondo le fonti investigative, gli attivisti si sono separati in diversi gruppi. Le forze dell'ordine sono state bersagliate da tre diversi punti: il tentativo dei manifestanti No Tav è di aggirare polizia e carabinieri per raggiungere le recinzioni del cantiere di Chiomonte.

Ultimo aggiornamento: 16:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA