Estate 2022, le regole in spiaggia: addio mascherine, tornano giochi e balli di gruppo. Cadono le regole sul distanziamento

A inizio aprile il Ministero della Salute ha pubblicato le linee guida per la nuova stagione. Ecco come sarà la prima estate fuori dallo stato di emergenza

Martedì 26 Aprile 2022
Estate 2022, addio mascherine e tornano i balli di gruppo: tutte le regole in spiaggia

Addio a mascherine, distanziamento e green pass in spiaggia. Tornano anche i racchettoni, il biliardino e i balli di gruppo. L'estate 2022 sarà la prima finalmente libera dalle restrizioni di contenimento della pandemia. A darne conferma è il Ministero della Salute che a inizio aprile ha pubblicato le linee guida da seguire dopo la fine dell'emergenza (il 31 marzo 2022) con le regole per gli stabilimenti balneari e le spiagge libere da tenere per la nuova stagione. Nell’ordinanza non sono previste prescrizioni particolari per i gestori dei lidi, ma solo indicazioni (le regole previste sono dunque consigliate, ma non costituiscono obblighi di legge). 

Rimini, turisti russi addio. «Persi 50 voli la settimana, l'aeroporto era un hub». Ma i menu in cirillico in città restano

Ostia, spiagge: tornano i chioschi rimossi e le strutture che i prefetti definirono illegittime

Distanziamento: si torna ai 7,5 metri quadri per ombrellone

In tutta Italia cade la norma che prevede un’area di 10 metri quadri per ogni postazione e si torna ai 7,5 metri quadri per ombrellone (3 metri di distanza tra le file e 2,5 metri tra gli ombrelloni della stessa fila). Fanno eccezione Emilia Romagna e Molise, che hanno scelto con appositi regolamenti regionali di mantenere un distanziamento più ampio (anche in virtù della presenza di arenili più ampi e spaziosi).

Le regole in Emilia Romagna e Molise 

L'Emilia Romagna e il Molise hanno previsto regole differenti e più restrittive rispetto al resto d'Italia. L'Emilia Romagna ha previsto un'area di 12 metri quadri a ombrellone (con 3 metri tra un ombrellone e l'altro nella fila e tra le file), mentre il Molise ha scelto di lasciare uno spazio di 10 metri quadrati a ogni ombrellone. 

 

Per i lidi consigliabile il pagamento elettronico e le prenotazioni

Al fine di evitare assembramenti ai gestori di lidi vengono consigliati una serie di comportamenti, che non costituiscono però obblighi di legge. Si chiede di  “privilegiare l’accesso agli stabilimenti tramite prenotazione” e “favorire modalità di pagamento elettroniche, eventualmente in fase di prenotazione”. Tra i consigli anche quello di “riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso allo stabilimento in modo ordinato, al fine di evitare code e assembramenti di persone”.

Disinfezione di lettini sdraio e ombrelloni

Per quanto riguarda le regole igieniche resta l'indicazione di una “regolare e frequente igienizzazione delle aree comuni, spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici, comunque assicurata dopo la chiusura dell’impianto”. Lettini, sdraio e ombrelloni vanno “disinfettati a ogni cambio di persona o nucleo familiare, e in ogni caso ad ogni fine giornata”. 

Regole nelle spiagge libere

Anche nelle spiagge libere cade l'obbligo di rispettare il metro di distanza tra ombrelloni e sdraio e il testo del ministero fa appello alla responsabilità individuale di evitare assembramenti, ribadendo «l’importanza dell’informazione e della responsabilizzazione individuale da parte degli avventori nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di prevenzione».

Tornano i giochi: sì a racchettoni, biliardino e tornei di carte 

Per i giochi in spiaggia il testo del Ministero consiglia di privilegiare «lo svolgimento di attività all’aria aperta, garantendo comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale» e «attività a piccoli gruppi di persone». Nel caso di giochi come il biliardino viene consigliato di prevedere squadre fisse e «i piani di lavoro, i tavoli da gioco e ogni oggetto fornito in uso agli utenti devono essere disinfettati prima e dopo ciascun turno di utilizzo». Infine tornano anche i tornei di carte, ma restano obbligatorie alcune indicazioni: «igienizzazione frequente delle mani e della superficie di gioco; rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro tra giocatori di tavoli adiacenti. Nel caso di utilizzo di carte da gioco è consigliata inoltre una frequente sostituzione dei mazzi di carte usati con nuovi mazzi». La mascherina resta obbligatoria solo dove previsto dalla normativa, che dal primo maggio dovrebbe cambiare e diventare meno restrittiva.

Ristoranti e discoteche

Le discoteche non avranno limiti di distanziamento nè capienza e anche nei ristoranti non sarà necessario il distanziamento tra i tavoli all'aperto, mentre al chiuso resta l’obbligo di distanziamento di un metro. 

 

Ultimo aggiornamento: 18:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA