Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Padre e figlia di 15 anni in moto travolti da un'auto che fugge: caccia al pirata della strada

Domenica 3 Luglio 2022 di Patrizia Pennella
Padre e figlia di 15 anni in moto travolti da un'auto che fugge: caccia al pirata della strada

Uno schianto, la caduta e la macchina che li ha colpiti che si allontana. L'incidente che ha coinvolto una macchina e una moto, si è verificato nella notte a Rosciano, poco prima dell'una. Le cause, per il momento sono ancora tutte da verificare: la cosa certa è che il conducente dell'auto, dopo lo scontro si è dato alla fuga, senza nemmeno verificare se fosse necessario prestare soccorso alle due persone che viaggiavano in moto. Che sono padre e figlia, tutti e due di Rosciano: lui ha 47 anni, la ragazza 15.

La centrale del 118 ha inviato sul posto due ambulanze: i sanitari hanno ravvisato immediatamente la gravità delle condizioni e dopo aver prestato sul posto le prime cure, li hanno portati al pronto soccorso dell'ospedale di Pescara. I medici hanno eseguito tutti gli accertamenti diagnostici e strumentali per verificare le conseguenze dell'urto e della caduta. Padre e figlia hanno entrambi riportato un politrauma, lui è in prognosi riservata, lei è stata giudicata guaribile in novanta giorni.

Sull'incidente indagano i carabinieri della compagnia i Penne, diretti dal luogotenente Pasquale Columbaro: hanno eseguito tutti i rilievi necessari a ricostruire la dinamica degli eventi. Quindi hanno avviato l'indagine e le ricerche per scoprire chi fosse al volante dell'auto al momento dell'urto. Si tratta di un mezzo preso a noleggio che i militari delle stazioni di Alanno e Catignano, che hanno letteralmente setacciato il territorio, hanno trovato parcheggiata in un'area situata in provincia di Chieti, proprio al confine con quella di Pescara. Sono quindi in corso ulteriori indagini per appurare chi fosse alla guida del veicolo. E per capire, poi, per quale ragione questa persona si sia allontanata senza prestare soccorso alle due persone che, in seguito all'urto, erano cadute con la moto sull'asfalto. Le ricerche potrebbero concludersi in tempi brevi.

Ultimo aggiornamento: 08:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci