Ragazzo di 12 anni morto per un'occlusione intestinale: medico rinviato a giudizio per omicidio colposo

Martedì 30 Novembre 2021
Ragazzo di 12 anni morto per un'occlusione intestinale: medico rinviato a giudizio per omicidio colposo

Rinviato a giudizio a Lodi per omicidio colposo un medico chirurgo di 56 anni: è stato accusato di non avere operato in tempo un dodicenne lodigiano sofferente per un' occlusione intestinale. Il ragazzino, residente a Cervignano d'Adda (Lodi), era stato portato dai genitori al pronto soccorso dell'ospedale di Vizzolo Predabissi (Milano) all'alba del 28 dicembre 2019, con fortissimi dolori addominali e gravi difficoltà ad andare in bagno ma era stato portato in sala operatoria solamente alle due della notte successiva, dopo che aveva ripetutamente perso conoscenza.

Riscontrato un volvolo (torsione) dell'intestino, che si era ripiegato su se stesso, aveva subito l'asportazione di un tratto di organo, ma aveva poi subito diversi arresti cardiaci. Dopo il decesso, avvenuto pochi giorni dopo, era emerso che tre metri di intestino erano andati in necrosi. L'Asst Melegnano-Martesana si è costituita parte civile contro il medico nel processo che si aprirà a marzo a Lodi ed è stata a sua volta citata per danni in sede civile dai genitori del 12enne.

Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 07:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

Quirinale, l'età dei presidenti della Repubblica eletti

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci