Sparito da un anno ma "riscuoteva" la pensione: trovato morto in casa, indagato il figlio

Il corpo dell’uomo era avvolto da un lenzuolo ed è adagiato sul letto vicino a un ventilatore acceso

Mercoledì 15 Marzo 2023 di Roberta Grassi
Sparito da un anno ma "riscuoteva" la pensione: trovato morto in casa, indagato il figlio

Il cadavere di un uomo di 84 anni, Antonio Caracciolo, è stato rinvenuto in una abitazione di Corigliano d’Otranto, nel Salento.

A quanto risulta il corpo dell’uomo era avvolto da un lenzuolo ed è adagiato sul letto vicino a un ventilatore acceso. E per occultamento di cadavere è indagato il 56enne Luigi Roberto Caracciolo, figlio dell'84enne. 

Le indagini 

La scomparsa dell'uomo era stata segnalata dai Vigili urbani. Ma ogni volta che i vigili andavano a suonare alla porta di casa dell'anziano non rispondeva nessuno. Il figlio, infatti, diceva a tutti che l'84enne si trovava in Svizzera. A seguito della denuncia i carabinieri, su delega del pm Luigi Mastroniani, hanno avviato le indagini per comprendere chi - visto che l'uomo era scomparso - stesse riscuotendo negli ultimi tempi la pensione del 85enne presso la sede delle Poste di Melpignano. 

Questa mattina la svolta: sul posto sono intervenuti i carabinieri, la scientifica e il medico legale Alberto Tortorella. A seguito della caduta di alcuni calcinacci dalla facciata dell'abitazione di Caracciolo in via San Leonardo 42, l'amministrazione comunale ha cercato, inviando il messo, più e più volte il proprietario dell'abitazione per notificare l'ordinanza della messa in sicurezza dell'immobile. Non avendo trovato l'85enne, hanno chiesto al figlio come poterlo rintracciare.

Il figlio 56enne vive in un altro appartamento con la sua famiglia e oggi, su disposizione del magistrato, è stato accompagnato a casa di suo padre per aprire la porta e verificare i sospetti sorti dopo l'assenza dell'anziano dal paese. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, la scientifica e il medico legale Alberto Tortorella.

Ultimo aggiornamento: 17 Marzo, 09:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci