Carabiniere e padre di famiglia stroncato dalla malattia a 54 anni

Venerdì 21 Febbraio 2020 di Sonia Paglia
Carabiniere e padre di famiglia stroncato dalla malattia a 54 anni
Carabinieri abruzzesi in lutto per la scomparsa del maresciallo Lucio Pierino Giangiordano. Il militare è morto all’età di 54 anni, nel letto dell’ospedale di Pescara, dove era stato ricoverato qualche giorno fa, a causa di una grave malattia, che lo aveva colpito improvvisamente. Giangiordano prestava servizio alla stazione capoluogo della Compagnia dei Carabinieri di Castel di Sangro, agli ordini del capitano, Fabio Castagna, da circa 10 anni. Era stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica, dal Prefetto di Chieti. Era nato in
Svizzera, ma originario di Archi, in provincia di Chieti.

Tutti lo ricordano come un maresciallo che si è sempre distinto per aver svolto il suo lavoro con professionalità, servendo con onore la divisa. Sulla sua bacheca di Facebook aveva scritto: «Per sempre Carabiniere. Gli alamari li abbiamo cuciti sulla pelle». Giangiordano lascia la moglie Rossana, insegnante e la figlia Arianna, di 16 anni, studentessa. La cerimonia funebre per l’ultimo saluto al carabiniere galantuomo, si svolgerà oggi, alle ore 15, nella Chiesa San Benedetto di Piazzano di Atessa.  Ultimo aggiornamento: 10:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci