Bimba di 2 anni in coma in ospedale: nel sangue hashish, marijuana e cocaina

PER APPROFONDIRE: bambina, coma, droga
Bimba di 2 anni in coma in ospedale: nel sangue aveva hashish, marijuana e cocaina
Tracce di hashish, marijuana e anche cocaina nel sangue e nelle urine: questo hanno trovato i medici dell'ospedale San Matteo di Pavia quando hanno ricoverato una bambina di due anni e mezzo arrivata in coma. A darne notizia è 'La Provincia pavesè. La bimba vive in provincia di Milano.

Quando il 22 dicembre è svenuta, i genitori (papà venditore ambulante di trent'anni e mamma di poco più giovane) hanno chiamato il 118. La piccola è stata portata in ambulanza all'Humanitas di Rozzano che però non ha il reparto di pediatria e quindi d'urgenza a Pavia, dove dagli esami è risultato che aveva assunto droga. Quindi dopo il trattamento adatto si è ripresa. È stata dimessa, con la promessa (mantenuta) che i genitori l'avrebbero riportata per un controllo il giorno dopo.

Nel frattempo sono intervenuti polizia e Tribunale dei Minori di Milano, che hanno affidato la bambina, rimasta intossicata dalla droga, al reparto pediatrico del San Matteo, dove ora si trova insieme alla mamma. Ai genitori è stata tolta d'urgenza la podestà ed è stata aperta un'inchiesta per capire come sia stata intossicata dalla droga. Ora il legale di mamma e papà, Antonio Savio, chiederà che la piccola sia affidata agli zii che vivono a Brescia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 28 Dicembre 2018, 09:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bimba di 2 anni in coma in ospedale: nel sangue hashish, marijuana e cocaina
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-12-28 17:54:58
Un'altra schiffezza di genitori!
2018-12-28 17:27:01
Mi meraviglio che i dottori all'inizio gliel'abbiano pure ridata da portare a casa!
2018-12-28 16:28:49
Le donne fertili, sessualmente attive, che consumano più di 7 bevande a settimana e non usano contraccettivi efficaci, rischiano una gravidanza esposta all’alcol e di dare alla luce un bambino con deficit intellettivi, cognitivi e psicosociali. La probabilità di danneggiare il feto aumenta proporzionalmente al consumo di alcol da parte della madre: ad alto rischio sono i bambini la cui madre ha consumato almeno 80 grammi di alcol puro al giorno. Tuttavia anche l’assunzione abbondante, ma sporadica, di alcol rappresenta un pericolo per lo sviluppo del feto, poiché il consumo di alcol può influire sul suo sviluppo in ogni momento della gravidanza. (Fonte: Istituto Superiore Sanità)
2018-12-28 11:58:57
Come sia stata intossicata? È andata a prenderla in piazza!Per favore fate gli esami ai genitori e perquisite la casa... qualcosa verrà fuori.
2018-12-28 12:46:40
si l' "erba" nel frigorifero al posto dell' "insalata" e ben nascosti il prezzemolo o la rucola.