Verona. Matteo Ridolfi, il 14enne che ha salvato un uomo con il massaggio cardiaco: «L'ho visto fare nella fiction Doc»

L'uomo è ora ricoverato in terapia intensiva, la prognosi è riservata ma sembra che il peggio sia passato

Martedì 20 Febbraio 2024
Verona. Matteo Ridolfi, il 14enne che ha salvato un uomo con il massaggio cardiaco: «L'ho visto fare nella fiction Doc»

Il massaggio cardiaco lo aveva visto fare nella fiction "Doc - Nelle tue mani", che aveva guardato nel giorno del suo compleanno mentre era costretto a casa per una punizione. «Meno male, mi viene da dire adesso»: Matteo, 14enne di Colognola ai Colli in provincia di Verona, grazie a quei gesti visti in tv e alla guida telefonica di un operatore del 118, è riuscito a salvare la vita a un pensionato di 65 anni colto da infarto mentre coltivava il suo orto.

L'uomo è ora ricoverato in terapia intensiva, la prognosi è riservata ma sembrra che il peggio sia passato. 

Matteo, all'indomani del gesto che gli è valso l'applauso dei suoi compagni di scuola, il plauso del presidente Luca Zaia e la candidatura ad Alfiere della Repubblica proposta dalla sindaca di Colognola, ha raccontato cosa è accaduto domenica 18 febbraio nel corso di interviste al Corriere della Sera e La Stampa.

Il massaggio cardiaco

«Stavo andando in bici al campetto della scuola per andare a giocare a calcio con i miei amici, quando ho sentito urlare una donna. Ho mollato la bici, sono corso verso di lei e ho visto che c’era un uomo disteso a terra». L'uomo era il pensionato di 65 anni colto da infarto, sua moglie al telefono con il 118 era in preda al panico. Così Matteo ha preso in mano la situazione e ha cominciato a seguire le indicazioni dell'operatore: «Mi ha detto di provare a togliere la maglietta al signore, ma non ce l’ho fatta, allora gliel’ho solo aperta un po’. E poi ho iniziato a fargli il massaggio cardiaco, seguendo attentamente le indicazioni al telefono: appoggiare le mani sul petto e poi spingere, a ritmo. Sono andato avanti per un quarto d’ora buono, senza mai fermarmi, fino all’arrivo dei medici, con ambulanza e elisoccorso. Mi hanno detto che sono stato bravo». «Gli operatori mi hanno detto che senza il mio soccorso l’uomo sarebbe morto. In quei 15 minuti erano passate altre persone nella via, ma nessuno si è fermato ad aiutarci», ha continuato.

La partita di calcetto

Dopo l'arrivo dell'ambulanza, anche la mamma di Matteo è arrivata sul posto: l'avevano contattata gli amici del figlio che lo aspettavano sul campo di calcetto e si erano preoccupati non vedendolo arrivare. Nel vedere l'ambulanza, aveva pensato che potesse essere successo qualcosa al suo ragazzo, e invece aveva salvato la vita a un uomo: «Mamma e papà erano sbalorditi». Dopo il massaggio cardiaco, Matteo ha raggiunto i suoi amici sul campo ddi calcio e giocato fino a sera. Il giorno dopo, a scuola, tutti sapevano cosa era successo il giorno prima e lo hanno accolto con un fragoroso applauso. Ma non solo, amministrazione comunale e prefettura lo hanno contattato per consegnargli nelle prossime settimane un riconoscimento.

Luca Zaia: «Ha dimostrato quello che a molti adulti non riesce»

«Bravo Matteo! Ha dimostrato quello che a molti adulti troppo spesso non riesce: superare la tentazione di girare la testa dall'altra parte e assumersi la responsabilità di fronte ad un'emergenza e alla richiesta di aiuto - queste le parole del presidente del Veneto, Luca Zaia - Quando troppo facilmente i giovani di oggi vengono dipinti con un'accezione poco fiduciosa dobbiamo andare oltre ai fatti negativi, non generalizzare e pensare ai ragazzi come lui. È un vero modello per quelli della sua generazione ma, sono convinto, ce ne sono molti altri come lui e sono coloro che indicano la via. Non ci sono soltanto prontezza e intelligenza nel gesto di Matteo. Sicuramente ci sono anche sensibilità, educazione, senso civico e disponibilità; un insieme di doti di fronte al rischio ne hanno fatto spontaneamente un volontario. Da tutto ciò viene un grande messaggio - conclude - che assume particolare valore oggi che si celebra la giornata del personale sanitario anche volontario»

Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio, 08:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci