Covid, bollettino oggi 8 aprile: 17.221 i positivi, 487 le vittime

Giovedì 8 Aprile 2021
Coronavirus, bollettino oggi 8 aprile: 17.221 i positivi, 487 le vittime

Covid Italia, il bollettino di oggi 8 aprile 2021: sono 17.221 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 13.708. Sono invece 487 le vittime in un giorno (ieri 627). Sono 362.162 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i test erano stati 339.939. Il tasso di positività è stabile al 4,7% (ieri era al 4%). Sono 3.663 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 20 unità in meno rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 259 (ieri 276). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 28.851 persone, 465 unità in meno rispetto a ieri.

 

Il bollettino in pdf

 

Lazio

Sono 52.180 i casi attualmente positivi a Covid-19 nel Lazio, di cui 3.228 ricoverati, 382 in terapia intensiva e 48.570 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 238.105, i decessi 6.932 e il totale dei casi esaminati è pari a 297.217, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

 

Valle d'Aosta

 Tre decessi e 54 nuovi casi positivi al Covid 19 in Valle d'Aosta che portano il totale complessivo di pazienti affetti dal virus da inizio epidemia a 9870. I casi positivi attuali sono 1112, in flessione di 61 unità rispetto a ieri, di cui 59 ricoverati in ospedale, 12 in terapia intensiva, e 1041 in isolamento domiciliare. I sono contenuti nel bollettino di aggiornamento sanitario della Regione. I guariti sono saliti rispetto a ieri di 112 unità a 8324 mentre i tamponi fino ad oggi effettuati sono 101.403, +958, di cui 17.909 processati con test antigienico rapido. In Valle d'Aosta i decessi di persone risultate positive al Covid da inizio emergenza sono 434.

 

Basilicata

In Basilicata sono 169 i nuovi casi di positivi al Sars Cov-2 (163 sono residenti), su un totale di 1.440 tamponi molecolari, e sono 5 i decessi. Lo rende noto la task force regionale con il consueto bollettino. Le persone decedute sono cittadini di Avigliano, Pietragalla, Potenza (2) e un cittadino residente in Puglia. I lucani guariti o negativizzati sono 88. Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 4.742 (+71), di cui 4.563 in isolamento domiciliare. Sono 14.664 le persone residenti in Basilicata guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 458 quelle decedute. In calo i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane, sono 179 (-9): al San Carlo di Potenza 35 nel reparto di malattie infettive, 33 in pneumologia, 14 in medicina d'urgenza, 3 in terapia intensiva e 15 in medicina interna Covid; all'ospedale Madonna delle Grazie di Matera 31 nel reparto di malattie infettive, 18 in pneumologia, 23 in medicina interna Covid e 7 in terapia intensiva. In calo il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, passato da 12 a 10. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati analizzati 290.432 tamponi molecolari, di cui 267.540 sono risultati negativi, e sono state testate 172.219 persone.

 

Veneto

Il Veneto registra 1.241 contagi Covid nelle ultime 24 ore, e 24 decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. I nuovi positivi sono il risultato delle analisi di 44.878 tamponi, pari ad una incidenza del 2,76%. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale a 392.294, quello delle vittime a 10.861. Continua a scendere il numero dei soggetti attualmente positivi, 34.139, e si abbassa anche la pressione sugli ospedali. I pazienti Covid ricoverati sono complessivamente 2.268, -200 rispetto al picco registrato il 31 marzo scorso, e 30 in meno nel confronto con la giornata di ieri; in particolare, 1.947 (-28) sono i posti letti letto occupati nei reparti non critici, 321 (-2), quelli nelle terapie intensive.

 

Toscana

Su 28.229 test di cui 16.513 tamponi molecolari e 11.716 test rapidi Firenze, 8 apr. - (Adnkronos) - «I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.153 su 28.229 test di cui 16.513 tamponi molecolari e 11.716 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,08% (12,1% sulle prime diagnosi)». Lo annuncia su Facebook il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando il dato del bollettino regionale sull'andamento dell'epidemia di coronavirus.

 

Emilia-Romagna

Sale di nuovo il numero dei contagi in Emilia-Romagna ma continua a diminuire quello relativo ai ricoveri. È il bilancio del bollettino di oggi sull'andamento della pandemia da Covid-19. Dall'inizio dell'epidemia, in regione si sono registrati 346.820 casi di positività, quindi 1.075 casi in più nelle ultime 24 ore (dato in rialzo rispetto ai +576 di ieri), su un totale di 30.262 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,6%. Continuano a calare, invece, i ricoveri: i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 352 (-4 rispetto a ieri), 3.051 quelli negli altri reparti Covid (-109). Purtroppo, però, si registrano 25 nuovi decessi: 3 a Parma (una donna di 82 anni e due uomini, di 73 e 88 anni); 1 in provincia di Reggio Emilia (un uomo di 81 anni); 3 nel modenese (una donna di 93 anni e due uomini, rispettivamente di 71 anni - deceduto a Ferrara - e di 85 anni); 7 nella provincia di Bologna (due donne, di 77 anni - deceduta a Imola - e 85 anni; e 5 uomini, rispettivamente di 60 anni, due di 74, 78 e 87 anni); 6 nel ferrarese (tre donne, rispettivamente di 74, 77 e 80 anni, e tre uomini, di 75, 81 e 87 anni).

Trentino

Un decesso per Covid in Trentino nelle ultime 24 ore (1.372 in totale), riporta il bollettino dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari. Migliora la situazione dei ricoveri ospedalieri: ieri le dimissioni sono state 24, mentre i nuovi ingressi si sono fermati a 13. Al momento i pazienti ricoverati sono 203 (11 in meno di ieri), di cui 46 in rianimazione (2 in meno di ieri). Su 2.200 tamponi molecolari analizzati ieri sono 106 i casi positivi individuati, con la conferma di 54 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Altri 1.278 tamponi rapidi antigenici hanno fatto emergere altri 58 nuovi positivi. Dei nuovi positivi 37 sono bambini o ragazzi in età scolare, 5 hanno tra 0-2 anni, 6 tra 3-5 anni, 8 tra 6-10 anni, 4 tra 11-13 anni e 14 tra 14-19 anni. Ci sono poi 26 contagi nella fascia 60-69 anni, 9 tra 70 ed i 79 anni e 4 oltre gli 80 anni. Sul fronte della campagna vaccinale, stamattina la cifra totale è arrivata a 110.155 somministrazioni, comprese 36.526 seconde dosi. Ai cittadini ultra ottantenni sono state somministrate 49.224 dosi, mentre nella fascia 70-79 anni le somministrazioni sono pari a 16.170.

 

Campania

Sono 1.933 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall'analisi di 21.180 tamponi molecolari. I sintomatici sono 572. Sono 50 i nuovi decessi inseriti nel bollettino odierno diffuso dall'Unità di crisi della Regione Campania; di questi, 32 sono avvenuti nelle ultime 48 ore e 18 in precedenza, ma registrati ieri. Il totale dei decessi in Campania è 5.703. I nuovi guariti sono 1.979, il totale dei guariti sale a 254.178. In Campania sono 148 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 1.605 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza.

 

Piemonte

Cento ricoverati Covid in meno negli ospedali del Piemonte. È il dato che si ricava dal bollettino dell'Unità di crisi della Regione: -11 in terapia intensiva (totale 346), - 89 negli altri reparti (3.800). I decessi sono 23 (di cui 3 registrati oggi), i nuovi casi positivi 1.661, con un rapporto del 6,7% rispetto ai 24.811 tamponi processati (11.794 antigenici); la quota di asintomatici è del 38%. Continua a crescere il numero dei guariti: oggi +2.761. Le persone in isolamento domiciliare sono 26.247, gi attualmente positivi 30.393.

 

Puglia

Oggi in Puglia su 14.895 test analizzati, sono risultati 1.974 casi positivi, con una incidenza del 13,25% (ieri era dell'8%). Sono stati inoltre registrati 51 decessi (ieri 43). I ricoveri diminuiscono a quota 2.276 (21 in meno di ieri). Aumenta il numero dei pugliesi attualmente positivi, che sono 50.755 (sui complessivi 205.576 contagiati da marzo 2020), ma aumenta di 1.897 unità anche il numero dei guariti, passando dai 147.829 di ieri ai 149.726 odierni. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.963.363 test. Complessivamente i pugliesi deceduti per Covid sono ad oggi 5.095. I casi positivi registrati oggi sono 809 in provincia di Bari, 194 in provincia di Brindisi, 249 nella provincia BAT, 198 in provincia di Foggia, 197 in provincia di Lecce, 323 in provincia di Taranto, 4 casi di provincia di residenza non nota. I decessi registrati nelle ultime 24 ore sono 14 in provincia di Bari, 4 in provincia di Brindisi, 3 in provincia BAT, 5 in provincia di Foggia, 13 in provincia di Lecce, 12 in provincia di Taranto.

 

Lombardia

Con 54.280 tamponi effettuati sono stati 2.537 i nuovi casi positivi registrati in Lombardia, per una percentuale del 4,6%. Sono in calo i ricoveri: -4 in terapia intensiva e -94 negli altri reparti. Sono stati 130 i decessi. Sulla scorta di questi dati in leggero miglioramento, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha annunciato che chiederà alla cabina di regia «che la Lombardia possa essere messa in zona arancione». L'obiettivo resta quello di accelerare la campagna vaccinale, per la quale ieri la Lombardia ricevuto altre 250mila dosi di Pfizer. Oggi sono anche iniziate le prenotazioni per i vaccini per tutti i lombardi dai 70 anni in avanti. «Apriamo ai 70enni perché l'adesione della fascia tra i 75 e i 79enni, dopo un primo giorno molto promettente, è inferiore al previsto. E la causa è AstraZeneca» ha spiegato il direttore generale al Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi. L'80% dei 630mila cittadini over 80 che ne avevano fatto richiesta sono invece già stati vaccinati. Ad Opera, nel milanese, è stato arrestato il sindaco Antonino Nucera. Ritenuto responsabile di vari reati, il sindaco è accusato anche di aver fornito indebitamente mascherine, destinati alla farmacia comunale e alla rsa della cittadina, a familiari e dipendenti comunali amici quando durante la pandemia non si trovavano. Nucera è già stato sospeso dalla carica di sindaco dal prefetto di Milano. Infine, un 25 enne di Seregno (Monza) positivo al Covid è stato denunciato dai carabinieri per aver organizzato una festa nel giardino di casa per Pasquetta. I militari sono intervenuti su segnalazione di alcuni residenti della zona, i quali si sono lamentati dell'eccessivo rumore dal party. Arrivati nell'abitazione i carabinieri hanno identificato e multato in totale 17 giovani tra i 20 e i 25 anni.

Ultimo aggiornamento: 19:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA