Croissant Bauli, rischio salmonella. L'azienda spiega: «Ritiro in via precauzionale»

Giovedì 4 Ottobre 2018
Il ministero richiama un lotto di croissant Bauli: «Rischio salmonella»

Il Ministero della Salute segnala in una nota ufficiale che i croissant Bauli a lievitazione naturale con crema al latte sonon stati richiamati dal mercato. Il lotto di produzione è il LA8312BR, con data di scadenza il 30 novembre 2018.​«Motivo del richiamo: rischio microbiologico (per presenza di Salmonella). Avvertenze: non consumare il prodotto, si prega di riconsegnare le eventuali confezioni al punto vendita di acquisto». 
 

 
Non si è fatta attendere la risposta della Bauli, che in un nota ha dichiarato: «In linea con la sua politica di massima tutela dei propri consumatori e della qualità dei propri prodotti, sta conducendo un richiamo in via del tutto precauzionale. Sottolinea come la tipologia del prodotto in questione (prodotto da forno) sia sottoposto per sua natura ad un processo termico di cottura che rende il rischio di contaminazione microbiologica fortemente improbabile, e questo è comprovato dai risultati delle analisi e dei monitoraggi che Bauli effettua regolarmente su tutti i suoi prodotti. Si ribadisce che il richiamo è effettuato in via del tutto precauzionale e non riguarda in nessun modo né altri lotti degli stessi prodotti, né altri prodotti a marchio Bauli».

Ultimo aggiornamento: 19:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA