Diciotti, Salvini: sono sereno, ho fatto il mio dovere

PER APPROFONDIRE: diciotti, matteo salvini, sardegna
Salvini in Sardegna

di Mario Ajello

Comizi già dal primo mattino. Fino a stasera. Piazze affollate per Matteo Salvini nei paesi sardi e “oggi - dice il leader leghista davanti a centinaia di persone e a Ozieri, nel sassarese - è il giorno in cui si vota su Rousseau sul mio processo e il volere popolare va sempre rispettato. Io però i barconi che sono arrivati e che arriveranno li manderò indietro  per uno. Questo mi dice la mia coscienza e questo è l’impegno che abbiamo preso. Ad oggi grazie al nuovo governo sono arrivati zero immigrati in Sardegna”.

Bravoooo, abbasso i comunisti, grida la folla. Salvini dice a tutti che si sente “molto sereno”. E avverte: “Stasera si saprà l’esito della votazione on line dei militanti  5 stelle - incalza Salvini - io sarò a cena con i nostri sostenitori a Sassari e non credo proprio che mi rovinerò il pasto”. I feedback che gli arrivano dai vertici M5S sono positivi: “Ma poi si vedrà. Per fortuna il voto è libero”. Prima del verdetto, nel pomeriggio il ministro incontrerà i pastori a Sassari, e “si sta trovando l’accordo”. Ancora sul caso Diciotti: “Se pensano di spaventarmi con qualche processo, hanno sbagliato persona. Io ho la testa dura e vado avanti”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 18 Febbraio 2019, 12:21






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Diciotti, Salvini: sono sereno, ho fatto il mio dovere
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-02-18 13:34:22
VOTO VERSO LA SARDEGNA...E VERSO LE EUROPEE: Boom della Lega e dei sovranisti, crollano Ppe, Socialisti ed Ecr, ma anche Verdi. E' quanto emerge dal sondaggio diffuso oggi lunedì 18 febbraio dal Parlamento Europeo, con le proiezioni dei seggi, in vista delle prossime elezioni europee, realizzato da Kantar Public sulla base delle intenzioni di voto rilevate all'inizio di febbraio. Si prevede quindi un'Aula in cui i Socialisti e i Popolari non avranno più la maggioranza. Ma già un'alleanza tra Socialisti, Popolari e Liberali avrebbe una maggioranza confortevole, che diverrebbe inattaccabile se imbarcasse anche i Verdi. Il gruppo che guadagna più seggi, comunque è quello dell'Enf, in cui siede la Lega, il partito che in Europa, secondo queste proiezioni, dovrebbe fare il salto maggiore. In particolare, il Ppe passerebbe da 217 seggi a 183, scendendo da 28 a 23 delegazioni nazionali; l'Italia passa da 13 a 8 seggi nel gruppo Ppe. Il gruppo dei Socialisti e Democratici, S&D, passa da 186 a 135, perdendo 51 seggi (con 26 delegazioni nazionali, ne perde due); l'Italia qui è più che dimezzata, passando da 31 a 15 seggi e cedendo lo scettro di delegazione più numerosa ai Socialisti. Prima la Lega al 32,4%, con 27 seggi. Secondo il Movimento Cinque Stelle al 25,7%, con 22 seggi. Terzo il Partito Democratico al 17,3%, con 15 seggi, poi Forza Italia all’8,7%, con 7 seggi e Fratelli d'Italia al 4,4%, con 4 seggi. Sotto la soglia di sbarramento, e quindi con zero seggi, sono Più Europa (3,3%), Potere al Popolo (2,2%), Articolo 1-Mdp (1,9%) e altri partiti (4,1%). AHAHAHA, STI SOVRANISTI, STI' NAZIONALISTI,...GUARDA COSA TI COMBINANO, NON SONO PER "NIENTE" Partiti Democratici, TUTTI RAZZISTI XENOFOBI!!!!! BUUHHHAAAAAAAAA
2019-02-18 15:30:56
Saviano dedica il premio alle ong. Meloni: “Strano! Pensavo lo dedicasse a chi lotta contro il crimine….”. Cara meloni, ma non lo sai che Saviano non è un italiano, è un comunista.
2019-02-18 13:10:58
Il tuo dovere? Salvy, in Italia non si può fare il proprio dovere, rischi la galera, non puoi stare dalla parte della giustizia; T'incriminano. Ecco perchél'Italia ha bisogno di molti cambiamenti. Ciao Salvy!
2019-02-18 13:50:46
Toghe rosse, notai, grandi avvocati, superdirigenti statali e sindacali ....tutta gente che non ha alcuna colpa sull attuale situazione italica. Seeer
2019-02-18 15:13:44
Secondo me, e' un chiaro esempio di potere Esecutivo (Salvini stava prendendo decisioni PER il governo eletto dalla MAGGIORANZA degli Italiani) contro il potere LOCALE legislativo (dei Magistrati di Catania).