Cani imbottiti di eroina nell'addome per passare la frontiera Usa: catturato veterinario

PER APPROFONDIRE: animali, cani, droga, eroina, usa, veterinario
La terribile fine dei cuccioli  imbottiti di eroina alla dogana

di Alix Amer

Uno veterinario è stato condannato a sei anni di carcere per aver impiantato eroina nello stomaco dei cuccioli per contrabbandare droghe negli Stati Uniti. Andres Elorez, 39 anni, è stato arrestato in Spagna per crimini commessi più di dieci anni fa (quando era studente) ed è stato estradato in America l’anno scorso per essere processato presso il tribunale federale nel distretto orientale di New York. Elorez, cittadino spagnolo che frequentava la scuola veterinaria in Colombia, si è dichiarato colpevole. Nei documenti del tribunale, è stato descritto come «uno dei migliori studenti della sua classe», ma i pubblici ministeri hanno dichiarato che le sue capacità erano usate per «scopi criminali» con totale disprezzo per i cani a lui affidati.
 
 


L’elaborato piano per introdurre clandestinamente eroina nel paese includeva impiantare chirurgicamente pacchetti di eroina liquida nel ventre dei cuccioli che fungevano da corrieri - ha detto il pubblico ministero - accusandolo di tradire l’impegno di un veterinario per prevenire gli abusi sugli animali, oltre al suo ruolo nel traffico di droga. I cani sarebbero poi stati sottoposti ad un nuovo intervento chirurgico una volta arrivati negli Stati Uniti per rimuovere lo stupefacente dai loro corpi. Sacchi di eroina liquida sono stati impiantati in almeno nove cani e ne sono morti almeno tre. «Come studente di veterinaria all’epoca dei fatti, l’imputato aveva il dovere di non recare danno agli animali - hanno scritto i pubblici ministeri nella loro dichiarazione di condanna - e ha tradito quel dovere quando ha usato le sue abilità veterinarie per aiutare i trafficanti colombiani».

Elorez aveva creato un luogo sicuro per eseguire gli interventi chirurgici - una fattoria a Medellin, in Colombia - dove allevava cani e operava.
Quando le autorità hanno perquisito la fattoria, hanno esaminato i cani e rimosso chirurgicamente 10 sacche di eroina liquida e sequestrato altri che stavano aspettando di essere impiantati. Uno dei cani che è stato salvato, di nome Donna, è stato successivamente addestrato per essere un cane antidroga della polizia nazionale colombiana. Un altro, un Rottweiler di nome Heroina, è diventato un cane poliziotto negli Stati Uniti, secondo l’US Drug Enforcement Administration (DEA). Elorez ha ammesso i suoi crimini nella sua udienza giovedì «l’ho fatto anche se sapevo che stavo sbagliando e stavo commettendo un crimine». Nei prossimi giorni sarà trasferito in carcere appena la sua condanna sarà stata completata.  
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 10 Febbraio 2019, 18:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cani imbottiti di eroina nell'addome per passare la frontiera Usa: catturato veterinario
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-02-11 13:03:51
Definirlo "farabutto" è fargli un complimento.
2019-02-11 12:39:54
... ha offeso l'umanità.. sia essa a decidere sul da farsi..
2019-02-11 14:27:28
Maledetto criminale.
2019-02-12 07:05:54
fategli la stessa operazione a lui per riportare la droga indietro, quella tolta dai cani la fate bere a lui, poi la rifarà (forse) quanto torna a casa.
2019-02-11 22:58:42
Si pero' negli USA per quanto si dica la galera se la fanno tutta ed e' giusto cosi'