Bonolis in lacrime a Domenica In parlando di Sonia Bruganelli e della promessa fatta al padre

Bonolis in lacrime parla di Sonia Bruganelli e dell'ultima promessa fatta al padre
Paolo Bonolis s'è raccontato a Domenica In, la trasmissione televisiva condotta da Mara Vanier. Molto spazio a diversi episodi della sua vita, ma anche alla presentazione del suo ultimo libro. «Ho deciso di scrivere il libro perchè parlavo spesso da solo e dicevo delle cose, quindi pensando che potesse essere scambiata per una patologia mi son messo a scrivere», ha spiegato Bonolis. «Avrei voluto leggere un libro scritto da mio padre ma vorrei che questo lo leggessero i miei figli».

Leggi anche Paolo Bonolis la figlia Martina si sposa: «Ecco il padre della sposa»



Il papà di Bonolis è morto 17 anni fa prima della nascita di Silvia,
«la primogenita del mio secondo matrimonio, quello con Sonia». E il famoso conduttore televisivo ha voluto racocntare un aneddoto particolare che riguarda una promessa fatta dal padre prima di morire e di quanto accaduto subito dopo: «Mio papà stava male e mi disse, quando nascerà la bambina se io non posso porta a Sonia un mazzo di rose bianche. Papà è morto, è nata Silvia con alcune problematiche e chi si è ricordato delle rose bianche! A maggio, sul nostro terrazzo avevamo delle rose rosse ma sono fiorite tutte bianche e per il giardiniere fu un cosa impossibile. La volta successiva rifiorirono tutte rosse…». 

Mercedesz Henger in lacrime a Domenica Live: «Ecco perché ho rivelato che Schicchi non era mio padre»

Bonolis s'è commosso poi vedendo le le immagini insieme alla moglie: «Siamo bene, è la mia famiglia, ci difendiamo dalla vita. Lei è una donna intelligente, è brava», afferma in studio, poi sembra essere in difficoltà e specifica: «Certe cose io preferisco farle che dirle». Poi arriva un filmato in cui si vedono tutti i suoi figli e Paolo molto toccato precisa: «Sono uno più bello dell'altro, sono molto orgoglioso».

Domenica In, sfumata l'esibizione di Gianna Nannini. Mara Venier: «Sono nera»
 
Verissimo, Simona Ventura e Giovanni Terzi. «Lei mi ha salvato la vita, ecco perché»

«Non sono cinico, sono romano. Il cinismo è come il colesterolo, c’è quello buono e quello cattivo», ha commentato Bonolis. Dopo aver rammentato la sua infanzia con i nonni e la sua famiglia caratterizzata da numerose origini, ha raccontato: «I miei nonni non hanno visto nulla del mio successo, io ho visto loro che morivano invece. Ho avuto un rapporto sereno col fatto che prima o poi si muore».



Emma Marrone e la malattia: «Ci sono ragazzine che hanno combattuto che adesso sono sottoterra»

La sua prima volta in tv risale al 1980, quando Paolo Bonolis aveva appena 19 anni.
«L’emozione ce l’abbiamo tutti dentro, io la trasformo in allegria euforica, mi piace provocare delle emozioni, essere emozionato significare essere concentrato», ha commentato, pensando ai suoi esordi. L’altra “prima volta”? «Non me lo ricordo a quanti anni… ma ricordo la fugacità del tutto, dopo aver aspettato quasi 8 anni… ricordo solo la prima zizzetta che ho toccato… erano anni difficili». Ma lui piaceva alle ragazze? «Loro piacevano a me ma non so se io piacessi a loro», ha ironizzato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 1 Dicembre 2019, 15:25






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bonolis in lacrime a Domenica In parlando di Sonia Bruganelli e della promessa fatta al padre
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-12-01 16:53:51
Ma veramente qualcuno crede alle lacrime di questi personaggi televisivi?