Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Macron telefona a Putin, rischio "catastrofe" nucleare a Zaporizhzhia: il presidente russo accetta ispezione dell'Aiea alla centrale

Venerdì 19 Agosto 2022
Macron telefona a Putin, rischio "catastrofe" nucleare a Zaporizhzhia: il presidente russo accetta ispezione dell'Aiea alla centrale

Il presidente francese Emmanuel Macron ha chiamato Vladimir Putin. Una telefonata nata in seguito alla crisi che sta prendendo corpo all'interno della centrale nucleare di Zaporizhzhia. Secondo il presidente russo si rischia una «catastrofe» a causa dei bombardamenti «sistematici» delle «forze armate ucraine» nel territorio dove sorge la centrale. Tesi che viene fortemente smentita da Kiev. Nel corso del colloquio, «sono stati discussi vari aspetti della situazione» in Ucraina e Putin ha evidenziato come i raid nella zona di Zaporizhzhia rischino di provocare «una catastrofe su larga scala che potrebbe portare alla contaminazione da radiazioni di vasti territori», riferisce il servizio stampa del Cremlino.

 

 

«I presidenti hanno rilevato l'importanza di inviare al più presto una missione dell'Aiea presso la centrale nucleare, che possa valutare in loco la situazione reale - ha aggiunto il Cremlino - La parte russa ha confermato la propria disponibilità a fornire agli ispettori dell'Agenzia l'assistenza necessaria». Secondo quanto riferito dalla Tass, la telefonata si è tenuta su iniziativa dell'Eliseo e si è trattato della prima conversazione tra i due leader dal 28 maggio. In quell'occasione il colloquio era stato allargato al cancelliere tedesco, Olaf Scholz, mentre l'ultima telefonata bilaterale tra Putin e Macron risale al 3 maggio.

 

 

 

 

L'Eliseo ha confermato che Vladimir Putin ha accettato l'invio di una missione dell'Aiea nella centrale di Zaporizhzhia alle condizioni di Kiev e dell'Onu. Macron, si legge in una nota, «ha ribadito la sua preoccupazione per i rischi per la sicurezza nucleare posti dalla situazione della centrale di Zaporizhzhia e ha appoggiato l'invio di una missione di esperti dell'Aiea sul posto il prima possibile, alle condizioni concordate dall'Ucraina e dalle Nazioni Unite». «Il presidente della Federazione Russa ha comunicato al presidente della Repubblica il suo consenso all'invio di questa missione e ai termini e alle condizioni indicate», fa sapere l'Eliseo, secondo cui i due presidenti discuteranno nuovamente di questo argomento nei prossimi giorni, dopo lo scambio di opinioni tra i team tecnici e prima del dispiegamento della missione.

 

Il presidente russo, Vladimir Putin, ed il suo omologo francese, Emmanuel Macron, hanno concordato di continuare i contatti «sulle questioni sollevate e su altri temi». Lo ha fatto sapere il Cremlino al termine del colloquio telefonico tra i due leader.

Ultimo aggiornamento: 19:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci