No-vax scomunicati dalla Chiesa ortodossa di Grecia, Papa Francesco atteso a Lesbo e a Cipro

Martedì 16 Novembre 2021 di Franca Giansoldati
No vax scomunicati dalla Chiesa ortodossa di Grecia, Papa Francesco atteso a Lesbo e a Cipro
1

Città del Vaticano – Se in Romania, Macedonia e Bulgaria i vertici della chiesa ortodossa finora hanno sempre mostrato un alto tasso di scetticismo verso i vaccini, alimentando di conseguenza le resistenze delle truppe no-vax, in Grecia, al contrario, la chiesa ortodossa non ha ma avuto dubbi e ha portato avanti un formidabile campagna di endorsement verso la vaccinazione. «Chi non si vaccina verrà scomunicato».

Alla vigilia del viaggio del Papa in Grecia e Cipro, con una puntata di Papa Francesco sull'isola di Lesbo dove sono ammassati migliaia di profughi in condizioni insopportabili, si rafforza ulteriormente l'attività delle chiese per limitare i contagi. Il Sinodo della Chiesa greco-ortodossa ha anche scritto una circolare con 12 domande e risposte sul tema della vaccinazione che è stato letto in tutte le chiese del paese. La lettera affrontava non solo le questioni mediche ma anche le teorie del complotto che facevano dire a tanti fedeli: San Giorgio ci proteggerà dal virus e dalla variante Delta. 

Chiesa ortodossa greca in controtendenza rispetto a quella dei paesi dell'Est

 

«I vaccini contro il coronavirus non contengono microchip. Queste sono teorie irrealistiche basate su campagne di disinformazione su internet» si leggeva nel documento. Allo stesso modo i vescovi ortodossi chiarivano che i vaccini non contengono cellule di embrioni umani. Anche i vescovi cattolici presenti in Grecia stanno per pubblicare una lettera di incoraggiamento a sottoporsi ai vaccini, anche se hanno fatto sapere che in quel documento non scomunicheranno nessuno.

Il Papa è atteso in Grecia e a Cipro dal 2 al 6 dicembre prossimo. Sarà un viaggio pastorale importante, di sostegno alle comunità cattoliche ma con evidenti risvolti politici impoliciti per la grande questione dell'immigrazione. Sull'Isola di Lesbo il Papa era andato anche nel 2016 rivolgendo un appello appassionato all'Europa per l'accoglienza dei migranti. Secondo le autorità greche stavolta la sua presenza è importante per le evidenti difficoltà che la Grecia ha con la Turchia. 


 

Ultimo aggiornamento: 17:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA