Messico, l'alluvione uccide 17 pazienti del reparto Covid. Poi il terremoto 7.1, e scatta allarme tsunami ad Acapulco

Mercoledì 8 Settembre 2021 di Cristiana Mangani
Messico, l'alluvione uccide 17 pazienti del reparto Covid. Poi il terremoto 7.1, e scatta allarme tsunami ad Acapulco

Alluvioni, Covid, terremoto, non c'è pace per il Messico. Diciassette persone, la maggior parte delle quali affette da Covid-19, sono morte in un ospedale nello stato messicano centrale di Hidalgo dopo che le piogge torrenziali hanno causato la rottura degli argini del fiume Tula. Altri 40 pazienti nell'ospedale pubblico della città sono stati evacuati dagli operatori dei servizi di emergenza e, da un prima valutazione, i danni causati dalle gravi inondazioni hanno coinvolto circa 2.000 case provocando pesanti danni.

 

Messico, terremoto di magnitudo 7 alle porte di Acapulco: morto un uomo travolto dalla caduta di un traliccio, danni ai palazzi

 

Strage nel reparto Covid

Il governatore di Hidalgo, Omar Fayad, ha dichiarato ai media locali che 15 o 16 delle 17 vittime erano pazienti Covid-19. E secondo i media messicani le morti sono avvenute I media hanno detto che le morti sono avvenute quando le inondazioni hanno messo fuori uso l'elettricità nell'ospedale, probabilmente perché si trattava di pazienti collegati ai respiratori. Dalle immagini pubblicate sui social si vedono delle infermiere disperate che cercano di spingere i letti fuori dall'ospedale per cercare di portare i pazienti in salvo. Alcune di loro avevano l'acqua fino alle ginocchia. Mentre altri pazienti intubati sono stati trasferiti su alcune barche.

 

 

 

Il presidente Andres Manuel Lopez Obrador su Twitter ha esortato i residenti a rischio a cercare rifugi, zone rialzate o ad andare da amici o parenti. «È caduta molta pioggia nella Valle del Messico e continuerà a piovere», ha dichiarato.

 

Terremoto in Messico, scossa di magnitudo 7: crollano tralicci, gente in strada

 

Terremoto 7.1: allarme tsunami ad Acapulco

Mentre i soccorsi tentavano di portare in salvo le persone, in un'altra zona del paese si è verificato un fortissimo terremoto. L'epicentro del sisma è stato registrato a 11 chilometri a sud ovest di Acapulco, nello stato meridionale di Guerrero, l'ipocentro a 10 chilometri di profondità. La scossa ha avuto magnitudo 7.0 secondo il Geological Survey statunitense, 7.1 secondo il servizio sismologico messicano, Ssn. Il governatore dello stato di Guerrero, Hector Astudillo, ha riferito all'emittente Milenio della morte di un uomo, travolto dalla caduta di
un traliccio a Coyuca de Benitez e di danni materiali alle strutture.

 

Video

 

Terremoto in Messico, scossa di magnitudo 7.0
 

La scossa avvertita a Città del Messico

La scossa è stata avvertita a Città del Messico, situata a circa 300 chilometri di distanza dalla zona dell'epicentro: il sindaco Claudia Sheinbaum ha riferito su Twitter di segnalazioni relative a gravi
danni materiali. A seguito della scossa il National Tsunami Warning Centre americano ha lanciato l'allarme per la possibilità di un'onda anomala sulla costa pacifica di Guerrero. L'allarme è stato poi revocato.

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 16:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA