Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Del Vecchio, sono otto gli eredi: anche Basilico azionista di Delfin. Alla moglie il 12,5% come ai figli

Il fondatore di Luxottica ha incluso tra i destinatari delle sue quote anche Rocco, primo figlio della moglie

Sabato 2 Luglio 2022 di Rosario Dimito
Del Vecchio, sono otto gli eredi: anche Basilico azionista di Delfin. Alla moglie il 12,5% come ai figli

È diviso in 8 parti uguali tra la moglie Nicoletta Zampillo Del Vecchio e i sei figli l’assetto societario della Delfin, la cassaforte della famiglia Del Vecchio, ma con una novità: anche il figlio di Nicoletta Zampillo avuto dal primo marito, vale a dire Rocco Basilico, viene beneficiato del 12,5% della holding, quota identica a quella di cui già dispongono i sei figli di Leonardo Del Vecchio. Lo rende noto Delfin a seguito dell’apertura delle disposizioni testamentarie lasciate dall’imprenditore scomparso lo scorso 27 giugno.

Dunque, nel suo testamento il fondatore di Luxottica definisce con precisione la composizione del nuovo azionariato della holding di famiglia, lasciando la sua quota del 25% non per intero alla moglie Nicoletta come si era pensato fino all’ultimo, ma ripartita a metà con il figlio da lei. Non aggiunge invece indicazioni su come dovrà essere la governance della cassaforte lussemburghese. L’assetto di vertice di Delfin è del resto già previsto nelle norme statutarie della holding. Nel documento è tracciato un percorso secondo il quale entrerà nel cda il primo del “Gruppo degli Osservatori” (comprende i cosiddetti Manager B), ossia i professionisti di fiducia a disposizione per gli incarichi di vertice, già designati dall’imprenditore scomparso, che di Delfin era presidente. Il nome dell’Osservatore che verrà cooptato nel cda non è ancora noto ma tutti gli indizi portano a Francesco Milleri, l’amministratore delegato di EssilorLuxottica che ha già preso il posto di Del Vecchio alla presidenza del gruppo di lenti e occhiali. Il board di Delfin, che si riunirà a breve, poi potrà eleggere un presidente tra i propri membri. Attualmente nel consiglio della holding siedono l’amministratore delegato Romolo Bardin, il notaio Mario Notari, Aloyse May e Giovanni Giallombardo.

IL MANAGER ESSILUX

Quanto a Rocco Basilico, l’erede a sorpresa, non è solo il figlio di Nicoletta Zampillo e del suo primo marito, il finanziere Paolo Basilico, ma è da anni un manager di EssiLux. Del gruppo di lenti e occhiali Basilico, 32 anni, è chief wearables officer, a capo della divisione degli occhiali smart e digitali, nonché ceo di Oliver Peoples uno dei marchi di lusso della produzione Luxottica. Alla presentazione dei Ray-Ban Stories l’anno scorso c’era lui insieme al fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, con cui EssilorLuxottica collabora sugli smart glasses. È perciò presumibile che sia stato lui a spianare la strada dell’accordo con il fondatore di Facebook. Nel colosso delle lenti e degli occhiali controllato dalla cassaforte lussemburghese, Basilico ha fatto il suo ingresso prima dell’altro figlio della Zampillo (avuto con Del Vecchio), Leonardo Maria Del Vecchio, 27 anni, amministratore delegato della catena di negozi di ottica Salmoiraghi Viganò. Non ricoprono ruoli in azienda invece gli altri cinque figli di Del Vecchio (due dei quali sono ancora molto giovani), vale a dire Claudio, Paola, Marisa, Luca e Clemente già soci ciascuno con il 12,5%.

 

Ultimo aggiornamento: 3 Luglio, 17:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA