Bollette, 10 trucchi per risparmiare con gli elettrodomestici (che consumano troppo): dal forno alla tv

Il caro prezzi fa tremare gli italiani, ma le soluzioni per cercare di contenere i "danni" delle bollette ci sono: ecco il decalogo dell'utilizzo consapevole degli elettrodomestici

Venerdì 30 Settembre 2022 di Angela Orecchio
Elettrodomestici, ecco quelli che consumano di più: dal ferro da stiro alla tv i "trucchi" per tagliare i costi in bolletta

Il caro bollette fa tremare l'Europa. In Italia si parla di rincari intorno al 60% e nel Regno Unito la situazione sta diventando insostenibile. Ed è proprio da oltremanica che arrivano consigli utili per cercare di risparmiare un po'. Il primo passo da compiere è la consapevolezza. E tra un trucchetto per risparmiare fai da te e l'altro esce anche la lista del costo del funzionamento degli elettrodomestici del Center For Sustainable Energy

Bollette, quanto aumentano? Saliranno a 1.320 euro. Ecco come risparmiare fino a 200 euro l'anno

 

Bollette, come usare gli elettrodomestici

Ogni apparecchio elettrico ha una potenza nominale, solitamente indicata in watt (W) o kilowatt (kW) che indica  la quantità di energia elettrica necessaria all'apparecchio per funzionare. Per fare un conteggio sul potenziale costo dell'elettrodomestico quindi bisogna fare un calcolo di quanta energia l'apparecchio ha bisogno per funzionare e il tempo necessario in cui deve stare acceso. Solo così si può provare a preventivare il costo delle bollette. Ad esempio sebbene un frigorifero abbia una bassa potenza nominale, usa molta elettricità poiché è in uso costante. Al contrario un ferro da stiro consuma un'elevata quantità di potenza, ma nel complesso costa meno perché viene utilizzato solo per momenti brevi.

Roma, boom dei Compro oro: un romano su due vende i gioielli di famiglia per pagare le bollette

 

Dimensioni e specifiche tecniche, fanno la differenza

Ecco perché la tabella del Center For Sustainable Energy diventa utile: rivela il costo medio approssimativo di gestione di una gamma di elettrodomestici comuni.

I costi si basano su un prezzo unitario per l'elettricità di 0,38 centesimi di euro per kilowattora (kWh), che è il tasso medio di addebito diretto in base al prezzo massimo degli ultimi giorni.

La potenza nominale effettiva dipenderà dalle dimensioni e dalle specifiche del tuo elettrodomestico.

Foto fonte: Center For Sustainable Energy

 

 

 

I 10 suggerimenti per ridurre i costi

Ecco quindi i dieci suggerimenti di energysavingtrust.org.uk per ridurre i costi della tua casa.

1. Acquista elettrodomestici ad alta efficienza energetica: questi vengono testati per quanta energia consumano e sono classificati da A (il più efficiente) a G (il meno efficiente). Alcuni apparecchi utilizzano una scala precedente, da A+++ a G, con A+++ che è la più efficiente. Quindi il primo consiglio è guardare l'etichetta prima di acquistare.

2. Le dimensioni contano: scegli gli elettrodomestici che meglio si adattano alle tue esigenze domestiche. Una lavatrice da 9 kg ha senso per famiglie numerose con tanto bucato da fare, ma è insensata per una persona che vive sola perché sprecherà energia inutilmente. I grandi elettrodomestici costano di più per funzionare, quindi bisogna cercare di risparmiare dove si può.

3. Forni: i forni ventilati sono più efficienti dal punto di vista energetico poiché cuociono a temperature più basse facendo circolare l'aria attorno al cibo. Cerca un forno con una porta a tripli vetri, in quanto manterrà il calore e cuocerà il cibo più velocemente. Inoltre i piani cottura elettrici sono più efficienti dei fornelli a gas.

4. Microonde: puùò fornire un modo più efficiente dal punto di vista energetico per cucinare il cibo rispetto all'utilizzo di un forno tradizionale. A differenza dei forni, i microonde riscaldano solo il cibo e non lo spazio d'aria tutt'intorno, il che significa che consumano meno energia.

5. Lavastoviglie: sono elettrodomestici ad alta intensità energetica, costano tra i 40 e i 50 euro l'anno per funzionare. ecco perché se non si ha una famiglia numerosa si può ricorrere a lavare i piatti con acqua e sapone a mano.

Bolletta luce, a ottobre +59%. «Spesa di 1322 euro a famiglia nel 2022». Meloni: «Energia, serve risposta Ue. Nessun Paese può fare da solo»

6. Bollitori: i bollitori sono uno degli elettrodomestici ormai più utilizzati in cucina, quindi i loro costi si sommano rapidamente. Cerca i bollitori ecologici, poiché ti aiutano a far bollire solo la quantità di acqua necessaria e usano il 20% in meno di energia rispetto a un bollitore elettrico convenzionale.

7. Asciugatrici: asciugare i vestiti all'aperto su uno stendibiancheria, o al chiuso su uno stendibiancheria durante i mesi invernali, non costa nulla e non consuma energia. Se invece hai necessariamente bisogno di un'asciugatrice, cercane una con un sensore per avvisarti quando i tuoi vestiti sono abbastanza asciutti. Ciò ti eviterà di sprecare energia asciugando eccessivamente il bucato.

Bollette, il trucco (banale) per asciugare in fretta i vestiti senza usare l'asciugatrice

8. Computer: i laptop utilizzano in genere il 65% di elettricità in meno in un anno rispetto ai PC desktop, risparmiando circa 17 euro all'anno.

9. Televisori: più grande è lo schermo, più energia consumerà, indipendentemente dalla sua classe energetica. Scegli quindi una tv più piccola per ridurre i costi. Puoi anche ridurre le impostazioni di luminosità al limite minimo accettabile e inoltre ricordarti di spegnere il televisore quando non lo usi.

10. Altoparlanti intelligenti: gli altoparlanti intelligenti costano dai 3 ai 7 euro all'anno per funzionare, quindi non sono troppo gravosi sulla bolletta energetica, ma se vuoi ridurre i costi, spegnili quando non ne hai bisogno.

di Angela Orecchio

Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre, 12:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA