La Prefettura ordina al sindaco
di "cancellare" le nozze gay

Lunedì 27 Ottobre 2014
La Prefettura ordina al sindaco di "cancellare" le nozze gay
14

UDINE - Il Prefetto di Udine Provvidenza Delfina Raimondo ha inviato al sindaco Furio Honsell l'atto con il quale chiede di cancellare la registrazione del matrimonio gay celebrato all'estero recentemente trascritto dal Comune.

L'atto, il primo di questo genere in Friuli Venezia Giulia, rispetta le indicazioni che erano giunte dal Ministero dell'Interno e pone il sindaco Honsell di fronte a una scelta difficile: se il primo cittadino non cancellerà la trascrizione, il Prefetto nominerà un commissario "ad actum" per ottenere lo stesso risultato.

«Stiamo valutando in queste ore la richiesta pervenuta dal Prefetto, anche perché è una novità che credo non abbia precedenti in Italia, dal momento che gli annullamenti fino ad ora disposti sono stati ordinati dai tribunali e non dalle prefetture». Lo ha affermato il sindaco di Udine, Furio Honsell, commentando la lettera ricevuta dal prefetto di Udine sulla trascrizione dei matrimoni omosessuali all'estero. «Si tratta infatti di casi giuridicamente molto complessi e che richiedono quindi un'attenta analisi», ha aggiunto Honsell.

Tutti i dettagli sul Gazzettino del Friuli di martedì 28 ottobre.

Ultimo aggiornamento: 16:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA