Un antibiotico per curare una cistite:
muore dopo sette anni di coma

PER APPROFONDIRE: antiobiotico, bolzano, morto
Un antibiotico per curare una cistite:
​Mattia è morto dopo
7 anni di coma
BOLZANO - È morto, dopo sette anni di coma, il bolzanino Mattia Fiori che a 23 anni aveva assunto un antibiotico per curare una cistite e da allora era in coma vigile e ricoverato al centro Lungodegenti di Bolzano.

I parenti e gli amici in questi anni hanno organizzato numerose iniziative di solidarietà in suo nome. La vita di Mattia cambiò il primo marzo del 2007. Il giovane era solo a casa, quando improvvisamente si sentì male, dopo aver assunto un antibiotico.

Fece ancora in tempo a chiamare il 118, ma non ad aprire la porta ai soccorritori. Perse i sensi e crollò per terra. Una prima ambulanza arrivò dopo pochi minuti, ma la porta d'ingresso era chiusa.



Arrivarono così una seconda ambulanza e i vigili del fuoco. Quando i soccorritori finalmente entrarono in casa, il ragazzo era disteso per terra.

Iniziarono a rianimarlo e il cuore, reso forte da frequente attività sportiva, riprese a battere, ma Mattia rimase in coma vigile e non si riprese più. Ieri, dopo oltre sette anni, il cuore ha smesso di battere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 11 Novembre 2014, 17:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Un antibiotico per curare una cistite:
muore dopo sette anni di coma
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2014-11-12 01:44:08
Non ho capito Non ho capito la notizia, apparte le logiche condoglianze alla famiglia, ma il motivo per finire nella cronaca?