Militari americani cercano casa: la Base Usaf chiede aiuto ai sindaci

Militari americani
PORDENONE - La Base Usaf di Aviano cerca appartamenti e case da affittare per i militari e per le famiglie del 31.Fighter wing. E così il comandante della struttura...

Accedi all'articolo e a tutti i contenuti del sito
con l'app dedicata, le newsletter e gli aggiornamenti live.

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
99,98€
40€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
49,99€
19€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
4,99€
1€ AL MESE
Per 3 mesi
ATTIVA SUBITO

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
99,98€
29€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
49,99€
11,99€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
4,99€
2€ AL MESE
Per 12 mesi
ATTIVA SUBITO

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

OFFERTA SPECIALE

Leggi l'articolo e tutto il sito ilgazzettino.it

1 Anno a 9,99€ 69,99€

oppure
1€ al mese per 3 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.

L'abbonamento include:

  • Accesso illimitato agli articoli su sito e app
  • La newsletter del Buongiorno delle 7:30
  • Tutte le newsletter tematiche
  • Approfondimenti e aggiornamenti live
  • Dirette esclusive

PORDENONE - La Base Usaf di Aviano cerca appartamenti e case da affittare per i militari e per le famiglie del 31.Fighter wing. E così il comandante della struttura militare che ospita gli F-16 chiama a raccolta i sindaci del territorio per cercare di sensibilizzare il territorio su questa necessità.
Una richiesta che non rappresenta certo una novità per il territorio, ma negli ultimi mesi la richiesta di alloggi è aumentata. Non è escluso che questo aumento di richiesta di abitazioni per il personale americano sia in parte anche dovuto all'impegno che vede il 31.Fighter wing, seppure indirettamente, coinvolto nelle operazioni della Nato legate alla guerra in Ucraina.

La richiesta di case era però aumentata già prima di quest'anno: negli ultimi anni infatti, anche in seguito all'arrivo dello squadrone di elicotteri, la popolazione residente nella cittadella a stelle e strisce aveva già subito un aumento. Al fine di fare il punto sulla situazione e di valutare - assieme alle amministrazioni locali italiane - quali strade poter intraprendere al fine di aumentare la capacità abitativa alla quale la Base può fare riferimento anche per le nuove famiglie che arrivano il comando ha ritenuto di confrontarsi con i sindaci. All'incontro nella sede del Comando Usaf, convocato dal brigadiere generale Jason Bailey, con il comandante italiano dell'aeroporto Pagliano e Gori, il colonnello Marco Schiattoni, presenti una decina di primi cittadini del territorio circostante la Base. Il Comune di Pordenone era rappresentato dall'assessore Walter De Bortoli. Al tavolo i sindaci di Aviano, Roveredo, Budoia, Polcenigo, Fontanafredda, Sacile, Porcia, San Quirino e Maniago. Tutte amministrazioni comunali che circondano il territorio avianese. In quello che il comandante Bailey ha voluto ribattezzare il Consiglio di comunità del 31.Fw la Base si è rilanciata la necessità di trovare case e appartamenti sempre nel raggio di una trentina di chilometri dall'insediamento militare. Ma ai sindaci è stata espressa anche al volontà di strutturare maggiormente quel rapporto tra gli uffici della Base preposti alla ricerca di alloggi e i proprietari delle abitazioni e le agenzie di cui spesso i proprietari si servono.

Un modo che consenta di accrescere un maggiore interscambio di informazioni anche sulle tipologie di case presenti sul mercato e di dare la possibilità alla Base di ampliare il proprio bacino di abitazioni a cui fare riferimento. Nel corso dell'incontro si è anche affrontate il tema legato ad alcuni servizi offerti dai Comuni. In tema di rifiuti e raccolta differenziata, da parte di alcune amministrazioni, è stato chiesto di trovare il modo per una maggiore sensibilizzazione dei residenti statunitensi nei territorio comunale in cui spesso le tipologie e le forme di raccolta possono essere anche diverse. L'impegno del comandante Jason Bailey, che entro un paio di mesi lascerà la Base per un nuovo incarico, è quello di lasciare in eredità a chi arriverà l'obiettivo di proseguire periodicamente negli incontri di comunità con i sindaci al fine di mantenere e implementare i rapporti con il territorio.
 

Leggi l'articolo completo
su Il Gazzettino
Elicottero inizia a roteare e precipita nel greto del fiume: morto il pilota, un imprenditore bellunese di 45 anni
L'amico arrivato sul posto dello schianto: «Era un pilota esperto credo abbia avuto un malore, sarebbe passato per un caffè»
Sequestrano una pattuglia dei carabinieri davanti al centro sociale Pedro, blitz all'alba: presi 7 antagonisti
Sui binari in stazione verso il treno in arrivo: 26enne salvata dagli agenti
Ovs rinuncia all'acquisto di Coin: «Troppo caro». Saltano le nozze venete