Festa con Rudy Zerbi per i 32 anni di attività dei "parrucchieri dei vip"

MOGLIANO - Nè 30 nè 35. «Festeggiamo i 32 anni di attività, perché ci sembrava carino fare così» spiega semplicemente Luisa Furlanetto titolare, insieme a Francesco De Stefani, del SaloneLuieLei, il parrucchiere degli imprenditori nordestini. Domani dalle 19 lo spazio del negozio in via Barbiero si apre per condividere la gioia di chi ama il proprio lavoro e i propri clienti. A festeggiare con i titolari ci sarà anche Rudy Zerbi. «L'ho conosciuto come motivatore all'interno degli incontri che frequento con altri imprenditori nel circolo Agorà - prosegue Luisa - e ho pensato potesse essere la persona giusta per sottolineare questo traguardo». La festa, infatti, inizia prima con un corso interno dedicato al personale. Un team building che lavorerà soprattutto sulla motivazione. «Il nostro valore aggiunto sono proprio le persone» conferma De Stefani, alias Patech. «Mi chiamano così per sottolineare la mia puntualità svizzera - sorride - oltre che per la passione ormai nota per lancette e orologi».

Il salone è nato nel 1986 come parrucchiere per uomo. «Si chiamava SaloneLui. Abbiamo voluto però solo professioniste donne per occuparsi dei tagli maschili. Questa è stata percepita come una particolarità» ricorda De Stefani. Quando poi, nel 1997, il salone è diventato anche per donna, è stato chiamato un team di uomini per occuparsi delle capigliature femminili. Indirizzo imperdibile a Nordest, il salone è frequentato da sportivi e industriali. «Tra i nostri clienti annoveravamo negli anni d'oro del Venezia calcio Marotta e Iachini - conferma De Stefani sfogliando l'albo d'oro - Poi Piergiorgio Baita, il medico della Juventus Claudio Rigo e Amedeo Caporaletti ex Ad di Agusta elicotteri». Ma in passato il salone ha anche collaborato con il mondo dello spettacolo, come partner alla kermesse Sotto le stelle di Riccione. «Di quel periodo ricordiamo soprattutto Fiorello. L'abbiamo visto quando faceva l'animatore e quando è esploso con il karaoke. Una persona squisita oltre che un istrione».
Oltre trent'anni di attività in un mondo che, anche sotto il profilo economico, cambia rapidamente sono il segno di un costante favore da parte della clientela. «Alla fine ciò che vale davvero è il rapporto personale. Lavorare bene, essere aperti ma nello tempo discreti è ciò che consente di fidelizzare il cliente nel tempo. Mi piace ribadire che non siamo noi a scegliere il cliente, è lui che sceglie noi». Domani, dunque, il rendez-vous. «Abbiamo voluto una serata speciale, una festa dedicata ai nostri clienti. Dal salone passa il meglio dell'imprenditoria non solo nordestina - chudono Furlanetto e De Stefani - Le persone che frequentano questo negozio incarnano perfettamente la positività di questo territorio».
 

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain