Studente hacker viola il sistema informatico della scuola e si alza i voti

L'istituto Severi a Padova

di Marco Aldighieri

PADOVA - Si è trasformato in hacker per modificarsi la pagella. Uno studente del secondo anno dell'istituto tecnico industriale Severi è riuscito a violare il sistema informatico della scuola. Dal computer di casa ha modificato la password di accesso ed è entrato nel registro elettronico di classe. Un'operazione non proprio semplice ma che lui, quindicenne, ha eseguito senza particolari difficoltà. I professori lo hanno descritto come uno studente non proprio brillante, ma sicuramente uno smanettone. Uno di quei ragazzini che passa ore e ore a navigare in Internet, perfetto conoscitore dei trucchi della rete.

Così una volta entrato nel registro elettronico di classe il quindicenne, secondo una prima ricostruzione effettuata dal corpo docenti, è riuscito ad alzarsi alcuni voti, ad esempio un tre lo ha cambiato con una sufficienza, e si è tolto una nota disciplinare. Lo studente era sicuro di essere passato inosservato. Era convinto di avere gabbato gli insegnanti, ma si è sbagliato. Proprio uno dei suoi docenti si è accorto dello strano accesso nel registro elettronico di classe e ha capito. 

Venerdì della scorsa settimana è stato convocato un consiglio di classe, dove all'ordine del giorno c'era il caso dello studente hacker. I professori hanno messo a verbale tutto e hanno poi consegnato il documento alla dirigente scolastica. La preside, almeno per il momento, ha deciso di non presentare denuncia. Non ha voluto segnalare l'accaduto alla polizia postale, perchè sembra non ci siano tutti gli elementi necessari per accusare il quindicenne. Tuttavia ieri mattina la dirigente scolastica ha convocato all'istituto Severi i genitori dello studente. A mamma e papà ha spiegato quanto aveva fatto il loro figlio, invitandoli a vigilare maggiormente quando è a casa davanti al computer. La preside non avrebbe nemmeno preso alcun provvedimento disciplinare nei confronti del ragazzo, che invece è stato rimproverato dai genitori. L'episodio ha però messo in discussione la sicurezza del sistema informatico dell'intero istituto, e per riparare la dirigente scolastica ha invitato tutti i docenti a modificare le loro password di accesso ai registri elettronici di classe. Non è infatti escluso che altri studenti possano avere emulato il loro compagno quindicenne. Saranno effettuati controlli anche sulle pagelle.

L'istituto Severi a gennaio ha avuto il caso di un altro quindicenne: il ragazzo si è presentato in classe con una pistola acquistata su internet. Una scacciacani senza il tappo rosso alla fine della canna. Una compagna di classe si è accorta dell'arma e ha dato l'allarme avvisando i professori. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 16 Marzo 2017, 16:20






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Studente hacker viola il sistema informatico della scuola e si alza i voti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-03-17 09:12:30
Non è stato preso nessun provvedimento? E' stato solo rimproverato? Se davvero le cose sono andate così, cioè se davvero ha violato il sistema e ha alzato voti ha commesso reato di frode informatica aggravata e falso in atto pubblico commesso da privato perciò altro che rimprovero rischia parecchio di più ed è bene che i ragazzi lo sappiano, altro che pacca sulle spalle. Se non è stato denunciato le cose sono andate diversamente o la preside è imputabile.
2017-03-17 08:27:16
Studenti padano veneti, ora si spiegano tante cose..hahahahahahaahahahaha.....ciao...ciao.
2017-03-17 12:17:19
Pensa un po'... da noi hackerano qualche voto, da voi invece vanno a scuola con pistole e fucili... Oibho...
2017-03-16 21:21:06
Sicuramente il voto in informatica era già 10!!!
2017-03-16 17:45:53
futuro assicurato come sistemista...non in questo paese.