«Odia l'Occidente». Il Ministero espelle "lupo solitario" di 24 anni

Lunedì 28 Ottobre 2019
La Questura di Vicenza
12

VICENZA - Era un potenziale "lupo solitario, che odia l'Occidente" il marocchino di 24 anni, Oussama Alouani, residente a Thiene, che su decisione del Ministero dell’Interno è stato espulso dall’Italia con un provvedimento amministrativo d’urgenza sulla base delle indagini effettuate dalla Digos vicentina. A riportare la notizia è Il Giornale di Vicenza, che precisa che l'immigrato, che aveva collezionato una lunga lista di precedenti di polizia e minacciato di far esplodere una bomba in Questura (questo episodio risalirebbe a diverse settimane fa, ndr.) durante un controllo dei poliziotti, è stato imbarcato su un aereo e consegnato dagli agenti alle autorità del suo Paese di origine. Il giovane non potrà tornare in Italia per i prossimi dieci anni.

Il marocchino, di seconda generazione, aveva iniziato a delinquere nel 2015, quindi all'età di 20 anni, quando venne denunciato per minacce, ma successivamente anche per porto ingiustificato di armi, lesioni e rapina, droga, ubriachezza molesta, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale con conseguente revoca del permesso di soggiorno. Gli ultimi episodi hanno portato alla decisione da parte del Ministero.

 

Ultimo aggiornamento: 11:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA