Lyamina al Pedrollo, all'Olimpico
Schiff, i film sul lavoro al Primavera

Lyamina al Pedrollo, all'Olimpico
Schiff, i film sul lavoro al Primavera

di Roberto Cervellin

VICENZA - Il primo appuntamento dell'agenda settimanale è il 27 aprile alle 16.30 e alle 19 al cinema Primavera, con una doppia proiezione del film “La legge del mercato” del francese Stéphane Brizé (2015). Fino al primo maggio la città ospiterà la prima edizione del Working title film Festival, evento dedicato al cinema indipendente che proporrà 14 film e serie web sul lavoro. La sale interessate saranno quelle di Exworks, spazio ricavato allo Zerogloss design store di strada Pasubio, del polo giovani B55 di contra' Barche, dell'Unione collector all'interno dell'omonima tipografia di viale Sant'Agostino, e, appunto, del Primavera a Santa Bertilla.
Alle 20.30 a villa Tacchi, nell'ambito del ciclo “Il piacere di leggere e ascoltare” si terrà un incontro su “Riccardo Piglia: La letteratura durante la dittatura argentina”, con Nora Rodriguez.
 

Alla stessa ora, nella sede di via Colombo, l'associazione Delos organizzerà un incontro con Mauro sul mondo di Sailor moon.
Alle 20.45 al Comunale, l'orchestra del teatro Olimpico di Alexander Lonquich proporrà musiche di Mendelssohn Bartholdy e Brahms. Ingresso 20 euro.
Alle 21, ancora al Primavera, Francesco Clerici presenterà il documentario “Il gesto delle mani” (2015).

Il 28 aprile alle 18 al Leoni Montanari, per la rassegna di poesia contemporanea Poetry interverranno lo spagnolo David Jou e la portoghese Ana Luísa Amaral.
Alla stessa ora al B55 tavola rotonda sul “Primo maggio dei freelance”. Interverranno, tra gli altri, Matteo Benedetti, referente per il Veneto di Acta l'associazione dei freelance, Nicola Chiarini di Re.Fusi, Roberto Ciccarelli giornalista del Manifesto, Liliana Davì dell'associazione Kinodromo di Bologna e e Diego Di Masi del coordinamento dei ricercatori non strutturati dell'università di Padova.
Alle 20.30 al Primavera Pietro de Tilla presenterà “Atelier Colla” (2011), mentre alle 21.30 lo stesso De Tilla e Tommaso Perfetti accompagneranno la visione di “Upm Unità di produzione musicale (2015), in cui 72 musicisti italiani fra cui Nicolò Fabi e Francesco Bianconi (Baustelle) per un giorno vengono messi a lavorare come operai della musica in una performance sperimentale.
Sempre alle 20.30, di fronte alla chiesa di San Giuseppe, a pochi passi dal mercato ortofrutticolo, il vescovo Beniamino Pizziol presiederà una veglia di preghiera per i lavoratori in vista della festa del primo maggio.
Sempre alle 20.30 all'Olimpico, prima delle 4 serate con il festival “Omaggio a Palladio” di Andràs Schiff e della Cappella Andrea Barca. Sul palco, con Schiff, e il clarinettista e compositore Jörg Widmann.

Il 29 aprile alle 16.30 al Primavera toccherà al film “L'acqua calda e l'acqua fredda” (2015), documentario sugli operai pugliesi delle acciaierie Valbruna di Vicenza. Presenti gli autori Marina Resta e Giulio Todescan.
Alle 18 al conservatorio Pedrollo Victoria Lyamina racconterà le pagine sconosciute della vita di Tschaikovsky. Al pianoforte Natalia Kukleva.
Alle 19, sempre al Primavera, Alex Gerbaulet presenterà “Schicht” (2015). Seguirà, alle 21.30, “Colpa di comunismo” (2015), con Elisabetta Sgarbi.

Il 30 aprile alle 10 all'Exworks sarà ospite Jonathan Zenti, autore radiofonico indipendente, il quale proporrà una versione live dell'audiodocumentario “I ritornanti”, che affronta la scelta dei giovani italiani di emigrare all'estero.
Nel corso della giornata alla loggia del Capitaniato di piazza dei Signori verranno trasmessi i cortometraggi del Festival Alto Vicentino di Santorso. La manifestazione, battezzata “Palladio va al cinema 2.0” sarà preceduta, venerdì, all'Odeon, da una mattinata sul tema dedicata alle scuole.
Alle 13 da via Fermi partirà il corteo religioso Nagarkirtan, organizzato dall'associazione Gurdwara Shri Guru Ram Da Niwa. Il percorso si snoderà lungo via Fermi, via Da Palestrina, via Bellini, via Corelli, via Rossini, via Brunialti, viale Crispi, via Battaglione Val Leogra, via Zanardelli, via Legione Antonini, via Battaglione Framarin, viale Mazzini, via Bonollo, contra' Porta Nova, piazzale Giusti, via Battaglione Monte Berico, viale Verdi, viale Roma con arrivo in Campo Marzo intorno alle 16.
Alle 17 a palazzo Cordellina si esibiranno i giovani studenti del conservatorio.
Alla stessa ora a palazzo Giustiniani ci sarà un incontro per ricordare l'incidente atomico di Chernobyl, a 30 anni da disastro. Interverranno, tra gli altri, il presidente dell'Istituto per le ricerche di storia Tiziano Treu, Andrii Omelianiuk, dell'associazione Korda di Kiev e Oksana Pachlovska dell'università di Roma La Sapienza e membro dell'accademia delle scienze di Ucraina.
Sempre alle 17 alla galleria Scaletta 62 Giannina Gaspari presenterà il libro di poesie “Solo parole” di Ines Scarparolo.
Alle 20.30 nella basilica romanica di San Felice, Schiff, dopo la Messa di Haydn, proporrà Sei notturni di Mozart per due soprani, basso, corni di bassetto e clarinetti e i Lieder per quartetto vocale e pianoforte di Schubert.
Alle 21 il teatro Astra ospiterà “Oltre Alice. Personale politico penthotal”, spettacolo sul fumettista Andrea Pazienza dei fratelli Dalla Via, originari di Tonezza del Cimone. Il lavoro, fa parte della rassegna Classico contemporaneo, promossa da comune e Piccionaia, ed è realizzato in collaborazione con Fabbricateatro, laboratorio teatrale della stessa compagnia diretto da Ketti Grunchi. Biglietti 5 euro.

Il 30 aprile e il primo maggio il parco Querini ospiterà “Un mondo, un respiro”, manifestazione organizzata in occasione della giornata mondiale del Tai Chi e Qi Gong che coinvolge 88 nazioni collegate in streaming con l'obiettivo diffondere la conoscenza delle due discipline orientali.
Sempre sabato e domenica in piazza delle Erbe tornerà la manifestazione Fiori e colori dedicata al florovivaismo.
Il primo maggio alle 16 al Leoni Montanari, racconto animato e laboratorio alla scoperta della ceramica attica e magnogreca.
Alle 16.30, ancora al cinema Primavera, sarà di scena la serie web Klondike (2015) con i registi Carlo Bassetti, Fabrizio Luisi e Pier Mario Tamburini, membri del collettivo la Buoncostume.
Alle 20.30 all'Olimpico, il primo dei due concerti per pianoforte e orchestra di “Omaggio a Palladio”, con Schiff impegnato nel doppio ruolo di solista e direttore della Cappella Andrea Barca.

Il 1. maggio, alle 20.30, all'Olimpico, Schiff si misurerà con Brahms, Schönberg e Mozart.
Fino al 7 maggio allo spazio Exworks si potrà visitare la mostra fotografica curata da Steve Bisson dal titolo “Tempo è lavoro”. Esposti gli scatti di Gianpaolo Arena, Daniele Cinciripini, Fulvio Orsenigo e David Wilson sui mutamenti dei luoghi del lavoro e del paesaggio industriale veneto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 27 Aprile 2016, 14:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lyamina al Pedrollo, all'Olimpico
Schiff, i film sul lavoro al Primavera
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti