Messaggio per gli alieni dall'osservatorio di Arecibo 44 anni dopo il primo esperimento

Osservatorio di Arecibo

di Paolo Travisi

Ancora prima di quella celebre frase “ET telefono casa” - con cui un giovane Steven Spielberg, fece entrare il suo tenero alieno nell'immaginario collettivo - il mondo della scienza stava già cercando un contatto con forme di vita extra terrestri. Precisamente nel 1974 dall'osservatorio di Arecibo, in Portorico, l'astrofisico Frank Drake, ebbe l'intuizione d'inviare una trasmissione, la più potente mai lanciata prima di allora, con un messaggio in codice binario sparato nello spazio a 25.000 anni luce di distanza.

L'obiettivo era il gruppo di stelle M13 (nella costellazione di Ercole), nel tentativo d'individuare esseri alieni, e comunicare alcune informazioni del pianeta terra. Comunicare principalmente la nostra esistenza nell'universo, nella speranza di trovare amici nello spazio infinito. Quel testo di tre minuti, raccontava alcune caratteristiche di noi umani: anzitutto la posizione della Terra, la struttura del nostro Dna, i numeri atomici di elementi come idrogeno ed ossigeno. Ma anche quante persone abitavano il pianeta. All'epoca gli umani erano 4,2 miliardi. Oggi quasi il doppio (7,6) ed in questi 44 anni – senza alcuna risposta dallo spazio – tante cose sono cambiate.

C'è bisogno quindi di un secondo messaggio. Sempre da Arecibo. Stavolta niente scienziati, ma bambini e giovani, dai 5 ai 20 anni, che sotto la supervisione di un professore e ricercatore, dovranno elaborare il testo del messaggio, non prima di aver imparato le modalità scientifiche che lo consentono e superato test specifici. L'obiettivo infatti, è insegnare alle nuove generazioni il ruolo della radioastronomia, attraverso una vera e propria sfida tra 5 gruppi, il cui vincitore, avrà l'onore d'inviare il messaggio nello spazio. Ma anche la difficoltà di comunicare con chi non si conosce e non sa nulla di noi. A 44 anni di distanza dalla super trasmissione di Arecibo, la ricerca di vite aliene non smette di affascinare. E di far sognare nuove generazioni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 20 Novembre 2018, 18:56






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Messaggio per gli alieni dall'osservatorio di Arecibo 44 anni dopo il primo esperimento
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-11-26 09:39:50
25000 anni luce, vuol dire che il nostro messaggio arrivera` quando saremo bellamente estinti...