Alba Parietti e il ricordo di Giuseppe Lanza di Scalea a “Oggi è un altro giorno”: «Era la mia famiglia»

Alba Parietti, ospite di Serena Bortone, racconta il dietro le quinte del programma condotto da Carlo Conti

Lunedì 11 Ottobre 2021 di Danilo Barbagallo
Alba Parietti a Oggi è un altro giorno

Alba Parietti ospite di “Oggi è un altro giorno” di Serena Bortone su RaiUno parla del suo impegno a “Tale e Quale Show” di Carlo Conti e, a un anno dalla scomparsa, ricorda l’ex compagno Giuseppe Lanza di Scalea.

 

 

Leggi anche > Oroscopo di Paolo Fox, la classifica della settimana: i segni sul podio

 

 

 

 

Alba Parietti a “Oggi è un altro giorno”

 

 

Alba Parietti ospite di “Oggi è un altro giorno” di Serena Bortone su RaiUno parla del suo impegno a “Tale e Quale Show” di Carlo Conti: «A me spiace – ha spiegato - che le persone non vedono il dietro le quinte. Si è creato un clima molto goliardico, ci vogliamo bene. Ognuno porta le sue ansie, emozioni. Io sono la più anziana della compagnia e forse quella con più esperienza in tv e tutti hanno bisogno di una parola di conforto. Alcuni poi sono cantanti di professione e per loro la gara ha un valore molto differente da chi fa un altro lavoro».

 

Con la giuria, nonostante le critiche, c’è un buon rapporto: «Credo che sia il sale del programma. Nella prima puntata ho scelto la Bertè, con cui ho duettato in passato. C’erano molti pezzi più facili ma ne ho scelto uno che mi ponesse di fronte alla sfida. Mi annoio molto facilmente e allora ho bisogno di emozioni forti e fare questo mi aiuta. Diciamo che il parere tecnico che sento di più è quello di Loretta Goggi, che tra l’altro è una vera e propria signora. Malgioglio meno male che c’è, sono la prima a ridere di quello che mi dice».

 

Da Alba Parietti anche un ricordo di Giuseppe Lanza di Scalea, che è stato un grande amore : «Molti mi hanno fatto notare, ogni volta che posto qualcosa di Giuseppe, che lui aveva una compagna che gli è stato vicino fino alla fine e un’ex moglie. Io non voglio prendere il posto di nessuno, siamo stati quindici anni insieme e Giuseppe dopo la morte dei mie genitori per me rappresentava la famiglia. Non metto in discussione che avesse una donna che amava, ma mi è stato a fianco nei momenti più importanti e difficili. Gli voglio bene e gliene vorrò sempre».

Ultimo aggiornamento: 16:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA