Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Eurovision, la Kalush Orchestra (spinta da Zelensky) canta per l'Ucraina e Mariupol: «Aiutate Azovstal ora»

L'esibizione è stata applauditissima, la band è la favorita per la vittoria

Sabato 14 Maggio 2022
La Kalush Orchestra canta per Mariupol: la band Ucraina emoziona l'Eurovision e lancia l'appello

La Kalush Orchestra ha concluso la sua performance sul palco della finale dell'Eurovision 2022 con un appello per l'Ucraina e per Mariupol. Preceduta nel pomeriggio da un appello video del presidente Zelensky al pubblico europeo a votare per la band ucraina (nessun Paese può votare per il proprio candidato all'Eurovision Song Contest), l'esibizione dei concorrenti ucraini sulle note tra folk e hip hop del brano "Stefania", diventato una sorta di inno per la madre patria nei giorni della guerra contro l'invasione russa, è stata applauditissima. «Aiutateci», dice il cantante. L'Ucraina ha già vinto due volte l'Eurovision nel nel 2004 e nel 2016.

 

 

Cosa hanno detto i Kalush Orchestra

«Chiedo a tutti voi per favore di aiutare l'Ucraina e Mariupol, di aiutare Azovstal ora». È l'appello lanciato dai Kalush dal palco dell' Eurovision Song Contest alla fine della loro esibizione, rischiando così la squalifica dalla gara perché il regolamento della manifestazione non prevede messaggi politici.

Ultimo aggiornamento: 15 Maggio, 10:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA