Scambiate alla nascita, lo scoprono 15 anni dopo: «Errore umano». Chiesti 3 milioni di risarcimento

Martedì 7 Settembre 2021
Scambiate alla nascita, lo scoprono 15 anni dopo: «Errore umano». Chiesti 3 milioni di risarcimento

Scambiate alla nascita poco dopo aver conosciuto le rispettive madri. È la storia di due ragazze nate a Logrono, in Spagna. Una delle due, che ora ha 19 anni, reclama un risarcimento di oltre tre milioni di euro. Entrambe sono cresciute in una famiglia diversa da quella biologica. Il caso clamoroso è stato svelato dal giornale locale La Rioja (nome anche della regione dove sono avvenuti i fatti) e poi ripreso dai media nazionali. Secondo quanto riportato, le due bimbe nacquero lo stesso giorno in un ospedale di Logrono ora dismesso.  L'assessora regionale alla Salute de La Rioja, Sara Alba, ha dichiarato ai cronisti che lo scambio fu causato da «un errore umano» ma «non è stato possibile» individuare il responsabile.

 

Gemelle siamesi separate a oltre un anno dalla nascita: il primo sguardo che ha commosso il mondo

 

Lo scambio dopo il primo contatto con le madri

Le neonate furono incubate prima del contatto con le rispettive madri; lo scambio sarebbe avvenuto dopo quella fase. Ci sono voluti però 15 anni prima che una delle due coinvolte - la cui identità non è stata resa pubblica - venisse a conoscenza dell'errore. Ed è stato per una disputa giudiziaria avviata da sua nonna (teorica) nei confronti del padre (anche lui non biologico): la donna, che aveva avuto in carico la tutela della bambina, lo aveva accusato di non passare gli alimenti per la bimba. L'uomo si rifiutò di farlo, dicendo che non era sua figlia. Analisi del dna disposti da un tribunale confermarono quella versione.

 

Antonio Pizzarella colpito a 26 anni da una sindrome neuropatica: «Dolori lancinanti, non posso né camminare né stare fermo»

 

 

La battaglia legale

La ragazza accortasi di esser stata scambiata alla nascita ha poi avviato una battaglia legale per farsi riconoscere i danni subiti. La richiesta di tre milioni è attualmente congelata perché la giustizia è in attesa di un esame del dna del possibile padre biologico, spiega il giornale La Rioja. La probabile madre biologica è invece deceduta nel 2018. Secondo El Pas, l'altra 19enne coinvolta nella vicenda è stata informata dei fatti, ma la sua posizione a riguardo non è stata resa nota.

 

Marito e moglie morti di Covid contagiati da un no vax. L'appello del figlio: «Proteggetevi tutti»

Ultimo aggiornamento: 9 Settembre, 10:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA