Covid Italia, Conte: mascherine obbligatorie all'aperto? Valuteremo

Venerdì 2 Ottobre 2020
Covid Italia, Conte: mascherine obbligatorie all'aperto? Valuteremo

Anche al governo si ragiona se estendere l'obbligo di mascherina anche all'aperto e a tutte le ore del giorno. Lo ha confermato il premier Conte dopo la delibera con cui la Regione Lazio, seguendo il caso della Campania, ordina la mascherina h24 anche per strada. 

LEGGI ANCHE Lazio, obbligo mascherina all'aperto: esentati bambini sotto i 6 anni e chi fa attività motoria

«È stata appena adottata da qualche Regione» la decisione di obbligare a indossare mascherine all'aperto: hanno valutato critica la situazione. Siamo in costante aggiornamento con il ministro della Salute e gli esperti del Cts. Torneremo a confrontarci con le Regioni e deliberemo» se estendere l'obbligo a tutta Italia. «Al momento non abbiamo deliberato nessuna misura in questa direzione», ha spiegato Giuseppe Conte in conferenza stampa a Bruxelles.

Nel frattempo anche la Basilicata ha deciso per l'obbligo della mascherina all'aperto. Lo prevede un'ordinanza firmata oggi dal presidente della Giunta regionale, Vito Bardi. L'uso della mascherina «è obbligatorio - è spiegato in un comunicato diffuso dall'ufficio stampa - anche nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, e negli spazi di pertinenza dei luoghi e dei locali aperti al pubblico. Ne sono esclusi i bambini al di sotto dei sei anni, le persone con forme di disabilità non compatibili con le mascherine e chi pratica attività motoria e sportiva».

«Chiederemo la proroga dello stato di emergenza. Non lo abbiamo ancora deliberato perché vogliamo un confronto con il Parlamento: la proposta è quella di arrivare fino al 31 gennaio», ha poi ribadito Conte sottolineando che «non conviene farlo di mese in mese».
 

Video

Resta confermata la misura sulla presenza massima di 1000 persone nelle strutture in occasione dei grandi eventi sportivi all'aperto, come la partite di calcio della serie A. È quanto prevederebbe, secondo quanto si apprende, il nuovo Dpcm che sarà varato il prossimo 7 ottobre. La misura - che dunque conferma quella già in vigore - esclude le altre categorie di calcio come la serie B o eventi sportivi minori che restano a porte chiuse. Per quanto riguarda gli eventi al chiuso, la presenza massima prevista è di 200 persone. 

Ultimo aggiornamento: 18:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA