Ariccia, studente di 14 anni si uccide gettandosi dal ponte: forse depresso a causa del Covid

Venerdì 21 Maggio 2021 di Tiziano Pompili
Ariccia, studente di 14 anni si uccide gettandosi dal ponte: forse depresso a causa del Covid

Uno studente di 14 anni di Genzano si è suicidato questa mattina verso le undici fa buttandosi dal ponte di Ariccia. Una tragedia che sta sconvolgendo tutti i comuni dei Castelli romani. Il giovane si è arrampicato sulle reti di protezione del viadotto (qui sotto nella foto di Luciano Sciurba) e ha tentennato un po'. Due persone, un uomo e una donna, si sono avvicinate nel tentativo di farlo desistere ma il ragazzo si è lanciato nel vuoto ed è morto sul colpo dopo una caduta di 60 metri. Sul posto una pattuglia della polizia stradale e gli agenti dell commissariato di Albano. Dopo uno straziante dialogo, i familiari sono stati portati ai piedi del ponte. Sembra che l'adolescente fosse depresso da mesi e non si esclude che il suo stato fosse legato alla tragedia collettiva del Covid

Covid, tentati suicidi in crescita tra i ragazzi del 30%: il 90% dei casi tra i 12 e i 18 anni è per autolesionismo

«Apprendo con estremo rammarico la notizia drammatica del suicidio di un giovane 14enne, buttatosi dal ponte di Ariccia questa mattina. Dalle prime ricostruzioni pare che il ragazzo vivesse da mesi uno stato di depressione legato forse alla situazione pandemica e ciò che ne consegue. Non sappiamo cosa ha potuto determinare una scelta così tragica e inspiegabile, ma è certo che un gesto come questo pesa come un macigno e pone domande serie alla società. Oggi è una giornata triste». Lo dichiara in una nota Eleonora Mattia, presidente IX Commissione consiglio regionale del Lazio. 

Tra i commenti sgomenti degli utenti che stanno lasciando pensieri e riflessioni sui social ricorre proprio il pensiero alla fragilità dei ragazzi messi a dura prova dalla pandemia. E ricorre anche un brivido puntuale, ogni volta che su quel ponte si è consumata una tragedia uguale a quella di oggi. Il ponte di Ariccia è soprannominato dagli abitanti di queste zone "ponte della morte". 

Racconta Laura su Facebook: «Passando sul ponte di Ariccia ho provato una gran tristezza. Da madre non oso nemmeno pensare al dolore che provano i suoi genitori. Non oso neanche pensare al dolore di questo povero ragazzo. Piccola anima». 

 

Ultimo aggiornamento: 22 Maggio, 09:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA