Lazio zona rossa, allarme contagi. La Regione: «Numeri come due mesi fa, massimo rigore»

Giovedì 11 Marzo 2021
Lazio zona gialla, allarme contagi. La Regione: «Numeri come due mesi fa, massimo rigore»

Coronavirus Lazio. Scatta l'allarme per la crescita dei contagi. A lanciarlo è l’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio. «I dati del contagio sono in aumento e raggiungono i livelli di due mesi fa, con un trend di crescita rispetto alle due settimane precedenti. Lo scenario è previsto in netto peggioramento, bisogna mantenere altissimo il livello di guardia».

Roma, varianti Covid, boom tra i bambini: chiusure in 400 scuole

Quindi il messaggio che richiama alla prudenza, visto che già il Lazio appare in bilico con la possibilità di andare in zona rossa da lunedì. «Non è possibile concedersi nessuna distrazione - sottolinea l'inita di crisi - il virus con le sue varianti sta riprendendo vigore, la priorità è quella di interrompere ora la catena di trasmissione». D'altronde gli ultimi numeri sui nuovi positivi nella regione parlano chiaro.

 

 

L'ultimo bollettino

Ieri su quasi 16 mila tamponi nel Lazio (+1.622) e oltre 22 mila antigenici per un totale oltre di 38 mila test, si registrano 1.654 casi positivi (+223), 22 i decessi (-6) e +1.333 i guariti. Aumentano i casi, i ricoveri e le terapie intensive, mentre diminuiscono i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 4%. I casi a Roma città sono a quota 700. 



 

 

Ultimo aggiornamento: 17:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA