Roma, Colosseo, festa di riapertura anti-Covid tra termoscanner intelligenti e graffiti inediti

Lunedì 1 Giugno 2020 di Laura Larcan
Il Colosseo visto dall'arena nella foto di Francesco Toiati

Il sole caldo ha tenuto a battesimo il Colosseo. Dopo 84 giorni di chiusura forzata, l'Anfiteatro Flavio ha riaperto i cancelli. Mascherine, termoscanner, ingressi contingentati ogni 15 minuti per gruppi di 15 persone, per un massimo di 560 persone al giorno. Venduti subito 300 ticket. C'erano anche gli Alpini a salutare l'evento. Alle 10.45 in punto sono entrati i primi visitatori. Francesco Bucchielli, romano, con la moglie Natalya. Lui aveva solo ricordi da bambino del monumento, lei non l'aveva mai visto prima. A braccetto sono entrati, lui visibilmente commosso di fronte alla maestosità del suo Colosseo ritrovato. Ad accoglierli la direttrice Alfonsina Russo che ha tagliato simbolicamente il nastro d'ingresso con il prefetto Gerarda Pantalone e lo staff del Comando dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio.


Roma, oggi riapre il Colosseo (tra termoscanner e mascherine): venduti 300 biglietti

Il sole caldo ha tenuto a battesimo il Colosseo. Dopo 84 giorni di chiusura forzata, l'Anfiteatro Flavio ha riaperto i cancelli. Mascherine, termoscanner, ingressi contingentati ogni 15 minuti per gruppi di 15 persone, per un massimo di 560 persone al giorno. Venduti subito 300 ticket. C'erano anche gli Alpini a salutare l'evento. Alle 10.45 in punto sono entrati i primi visitatori. Francesco Bucchielli, romano, con la moglie Natalya. Lui aveva solo ricordi da bambino del monumento, lei non l'aveva mai visto prima. A braccetto sono entrati, lui visibilmente commosso di fronte alla maestosità del suo Colosseo ritrovato. Ad accoglierli la direttrice Alfonsina Russo che ha tagliato simbolicamente il nastro d'ingresso con il prefetto Gerarda Pantalone e lo staff del Comando dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio.
«Oggi riapriamo il Colosseo che era caduto in un silenzio surreale - racconta la direttrice Alfonsina Russo - e che aveva perduto il rapporto con il grande pubblico, anche perché il monumento ha collezionato lo scorso anno oltre 7 milioni e mezzo di visitatori. Oggi auspichiamo di avere un pubblico rinnovato, ci aspettiamo tanti romani e soprattutto un pubblico di prossimità in prospettiva della riapertura dei confini regionali. In attesa che la curva epidemica ci consenta di accogliere il turismo internazionale che rappresenta il 70 per cento dei visitatori». Il Colosseo riapre all'insegna della sicurezza. Un presidio mobile sanitario è presente sulla piazza grazie al protocollo d'intesa con la Asl Rm1. Il pubblico deve indossare le mascherine e misurare la temperatura attraverso speciali termoscanner "intelligenti" che riescono anche a riconoscerecla presenza della mascherina sul volto.

 

«Si apre alle 10.30 per non gravare sulla mobilità della città, e il monumento redsta aperto fino alle 19.15 - spiega Russo -  E' una fase sperimentale che durerà fino al 30 giugno». Per i romani è stato studiato anche un ticket ridotto di 9,50 euro valido dalle ore 14. Ma attenzione, i biglietti vanno prenotati solo online (non si entra senza prenotazione o facendo i biglietti direttamente sul posto). Qualcuno stamattina ha avuto un'amara sorpresa. Come Susanna con il nipotino Filippo di 10 anni arrivati da Monte Verde. Si tratta di una esperienza unica, però. «Il Colosseo e il parco potranno essere goduti a passi lento».

Per promuovere una modalità di visita consapevole, al biglietto on line è stata associata una App che consente di segnare la mappa del percorso, le tappe e alcune spiegazioni. «Per questo abbiamo potenziato la rete wi-fi». Al Colosseo si può scegliere tra due tour di 45 minuti. Di cui uno regala al visitatore la sorpresa della scoperta di graffiti sulle pareti che raccontano l'uso del Colosseo dal medioevo al 1600. Da un unico ingresso dello Sperone Valadier si raggiunge poi l'unica uscita sul lato meridionale. Quattro sono invece i differenti percorsi di visita tra Foro Romano e Palatino, dai 45 minuti alle 2 ore. «A fine giugno valuteremo la possibilità di ampliare orarie e percorsi, magari abbinare visite serali a tema e eventi musicali», annuncia Russo. L'obiettivo è offrire una «Visita più consapevole e in piena sicurezza perché il Colosseo è il luogo del cuore e dell'anima»

 

 

Ultimo aggiornamento: 14:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci