Dpcm, Gualtieri: «Indennizzi entro metà novembre, saranno superiori ai precedenti»

Domenica 25 Ottobre 2020

«Stiamo lavorando perché» gli indennizzi «arrivino il più presto possibile. Pensiamo che l'Agenzia delle Entrate possa erogare questi contributi già entro metà novembre, forse persino entro l'11 novembre, perché ci sarà lo stesso meccanismo già autorizzato per il vecchio fondo perduto. Quindi tutti quelli che hanno già fatto domanda per questi contributi lo riceveranno in automatico». Lo ha detto il ministro dell'economia Roberto Gualtieri al Tg1.

Lockdown e aiuti, pronti cinque miliardi per i settori più in crisi: decreto in settimana

Covid, il bollettino di oggi 25 ottobre 2020: 21.273 contagi e 128 morti con 15mila tamponi in meno. Crescono le terapie intensive: 80 più di ieri

Dpcm, prima e dopo le 18: dalla spesa ai musei fino alle cene. Ecco cosa si può fare e cosa no (E c'è anche il coprifuoco)

Le aziende interessate dai ristori «sono molte, sono più di 300 mila, forse 350 mila, tutte le aziende ed esercizi pubblici che sono oggetto delle restrizioni introdotte dal Dpcm - ha aggiunto Gualtieri - Sappiamo di chiedere un sacrificio importante e necessario a contenere il virus e quindi per tutti costoro ci saranno questi indennizzi che sono solo una parte delle misure - ha aggiunto - Poi avremo per tre mesi il credito di imposta sugli affitti, l'eliminazione della rata Imu e poi naturalmente la cig per i lavoratori e l'indennità di 1000 euro per i collaboratori».

Video

 

Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre, 00:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA