Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fuga dall'ospedale mentre attende il tampone

Lunedì 16 Marzo 2020
CASO SOSPETTO
MESTRE Il primo allarme arrivato agli uomini delle Volanti parlava chiaro: paziente affetto da coronavirus in fuga. Un uomo, un 40enne romeno, se ne era andato dall'ospedale dell'Angelo. Il problema era che l'uomo si trovava in pronto soccorso, in quanto sospetto caso da Covid-19, in attesa dell'esito del tampone. Il 40enne, infatti, presentava i sintomi della malattia (a cominciare dalla febbre piuttosto alta). A un certo punto, però, deve essersi stufato di aspettare. In questi giorni, in effetti, il lavoro per il personale sanitario è frenetico: al triage arrivano continuamente nuovi casi da verificare, nuove situazioni di cui tener conto e il livello di pressione è effettivamente al massimo. L'uomo, probabilmente, non si è reso conto della situazione e ha pensato di potersene andare a proprio piacimento.
Quando il personale dell'Angelo si è accorto che l'uomo era sparito ha immediatamente chiamato le forze dell'ordine. A quel punto le volanti della polizia e i carabinieri hanno dato il via a una vera e propria caccia all'uomo. Militari e agenti hanno iniziato a perlustrare a raggiera tutte le zone nei dintorni dell'ospedale. Nel frattempo era arrivata la seconda comunicazione: che specificava appunto come il fuggitivo fosse ancora in attesa di responso ufficiale. In condizione d'emergenza, però, è chiaro che fosse una priorità ritrovarlo: l'uomo è stato rintracciato dalla polizia sul Terraglio alle 13.30. Poco male: i poliziotti l'hanno caricato in auto e riportato in ospedale. In teoria, rischia anche una denuncia per violazione all'articolo 650 del codice penale (mancato rispetto del decreto del Presidente del Consiglio). Se sia stato confermato il contagio da Covid-19, non è dato saperlo.
L'uomo, comunque, è dovuto rimanere in pronto soccorso fino all'arrivo dell'esito.
Davide Tamiello
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci