Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Scatta il Mini bomba day a Vicenza: «Restate a casa e chiudete le finestre»

Mercoledì 22 Aprile 2020 di Roberto Cervellin
A Polegge sono stati rinvenuti ordigni bellici inesplosi

VICENZA - Mini bomba day a Vicenza. Nel quartiere di Polegge sono stati rinvenuti alcuni ordigni bellici e per 3 mattine - 23, 25 e 26 aprile - le famiglie che risiedono nel raggio di 50 metri dovranno chiudere le finestre e rimuovere le auto in sosta.

Nella frazione a nord del capoluogo, le festività legate all'anniversario della Liberazione saranno tutt'altro che tranquille. All'obbligo di restare a casa a causa del Coronavirus si aggiungeranno i disagi legati alla rimozione degli ordigni scoperti in un'area di cantiere lungo strada Cimitero di Polegge.

Comune, Prefettura ed esercito hanno concordato il piano d'azione. Tra le 9 e mezzogiorno di giovedì, sabato e domenica prossimi - e comunque fino al termine delle operazioni - si terranno gli interventi di prelievo delle bombe inesplose, che saranno trasportate in una cava ad Alonte, nel Basso Vicentino.

Non è prevista alcuna evacuazione. «Basterà rimanere in casa con le finestre chiuse e spostare i veicoli in sosta in zona e lungo il percorso interessato dal convoglio che trasporterà gli ordigni - spiega Palazzo Trissino - Questi non sono particolarmente pericolosi perché privi di spolette e detonatori. Potrebbero esplodere su innesco volontario o per una caduta da centinaia di metri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci