Imam algerino espulso dall'Italia
«Indottrinava i bimbi all'uso di armi
e ad essere ostili all'Occidente»

PER APPROFONDIRE: algerino: espulsione, inam, Vicenza
«Minaccia la sicurezza nazionale»:
​Imam algerino
espulso dall'Italia

di Luca Pozza

VICENZA - Induceva i minori ad assumere comportamenti palesemente ostili alla cultura occidentale e a manifestare il desiderio di poter compiere in futuro gesti eclatanti, anche violenti e con l’uso delle armi una volta diventati adulti. Sofiane Mezzerreg, algerino di 36 anni, residente a Schio, sposato e padre di tre figli piccoli, imam del centro islamico culturale "Guida Retta" di Schio, è stato espulso dalla Polizia di stato per “motivi di ordine pubblico”.



Il provvedimento trae origine da un fatto accaduto il 21 gennaio scorso, in una scuola elementare del Vicentino, quando, nel corso di una lezione scolastica di educazione musicale, alcuni alunni (almeno tre), della classe quinta, tutti di origine magrebina e di fede islamica, si tapparono le orecchie per non sentire la melodia diffusa. Le motivazioni addotte dagli stessi alunni, dell'età di 9 e 10 anni, richiamavano gli insegnamenti ricevuti dall’imam del centro islamico da loro frequentato, il quale aveva predicato che ascoltare musica ed utilizzare strumenti musicali costituisce peccato.







Dopo l’accaduto, la Digos della Questura di Vicenza, diretta dal Vice Questore aggiunto Nevio Di Vincenzo ha avviato, in collaborazione con l'Arma dei Carabinieri, serrate e riservate indagini sul conto dell'imam che hanno comprovato la veridicità dell’accaduto.







Dalle indagini è emerso che l’algerino, stipendiato come organizzatore e relatori di vari incontri, aveva ormai da tempo abbracciato l’ideologia islamica salafita, scevra da contaminazioni occidentali e che in qualità di imam del centro islamico costituiva un carismatico punto di riferimento per la comunità, dimostrandosi attivo nell’indottrinamento dei fedeli su posizioni marcatamente radicali.



Dagli accertamenti svolti è inoltre emerso che il cittadino algerino manteneva strette relazioni con esponenti del mondo islamico di orientamento marcatamente radicale. Tali contatti avveniva soprattutto fuori regione e anche all'estero, in particolare in Francia. Nonostante l'algerino si trovasse in Italia dal 2002 (titolare di un permesso di soggiorno di lungo periodo rilasciato dalla Questura di Udine ove aveva parimenti svolto le funzioni di imam presso quella comunità islamica, per poi trasfersi nel Vicentino dalla fine del 2013), non risultava inserito nel contesto sociale di riferimento.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 1 Ottobre 2015, 10:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Imam algerino espulso dall'Italia
«Indottrinava i bimbi all'uso di armi
e ad essere ostili all'Occidente»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 138 commenti presenti
2016-07-27 21:09:29
L'articolo conclude che quell'imam non risultava inserito nel "contesto sociale di riferimento". Che cosa vuol dire? Che non si sapeva che fosse un terrorista?
2015-10-05 08:17:22
Oh ma sfondi una porta aperta sai? Da sempre penso che la democrazia, reale o teorica, sia semplicemente la forma di governo che ti porta a saparire. Solo che lo fa legalmente.
2015-10-04 15:27:17
Figurati carissimo...se la democrazia è "governo del popolo", aveva ragione Platone...la maggioranza non è la verità e anche (perdonami il paragone, ma siamo nel mio terreno:-)) ) Gesù stesso è stato messo a morte a maggioranza.
2015-10-04 13:38:31
Veneto,io ci vivo parecchio fra loro. Non qui ma a casa loro,nella loro terra. Non ho affatto la pretesa giuro che tu abbia perso tempo leggendo me in altri post in merito,ma pur non palesando nè specificando spesse volte ho lasciato intendere dove mi muova. So che non intendi farmi cambiare idea esattamente come non intendo io farlo con te e per la stessa ragione. Io ti sto solo dicendo che quegli aspetti che cogli tu nell'islam li posso cogliere anch'io ,anche se non devo firmare contratti o trattare economicamente con loro. E proprio perchè li colgo (come indicato prima) io sostengo che una miscellanea non è possibile. Vuoi che impieghiamo tre giorni a cercar di stabilire quale dei due modus sia il peggiore? Non ne verremmo fuori perchè male e bene in entrambi ma magari imparo o indico a te qualcosa di più. Ma se mi si dice che così come siamo messi (politicamente,socialmente,istituzionalmente) noi possiam a cogliere e loro possono integrarsi io rispondo no. Non è possibile in questo momento storico. Domani? Onestamente non lo so,ma adesso come adesso secondo me no. Siamo crudi noi in un senso e loro in un altro. Vero,non fa notizia una certa parte lo confermo,l'ho visto. Ma sai,la scorsa settimana (scusa la digressione ma ormai..) ero qui per strada,sosto ad un semaforo e nell attesa mi giro a dx : sui muri di un palazzetto dello sport campeggia la foto del corpo di Aylan. Quattro manifesti,mezzi coperti dalla pubblicità di un nuovo pub. Veneto? Ho pensato " povero piccolo,usato a tutte le latitudini.Nemmeno chi urla in tuo nome se ne frega davvero". Ecco dove dico siamo crudi noi e loro...tutto è relativo e a me basta lo schifo di relativismo che impregna questa parte del mondo. Buona domenica a te.
2015-10-04 12:58:53
Non ci proverò nemmeno a farti cambiar idea, sarebbe una perdita di tempo, ma mi premeva farti capire che la frase: " Denota la più totale ignoranza sui paesi a maggioranza islamica" non voleva certo avere una valenza ingiuriosa, (trovo molto più offensivo che tu da casa tua mi dica: avrai anche vissuto li ma non hai capito che le ragazze che credevi autoctone in realtà erano turiste) semplicemente credo tu non conosca affatto il mondo islamico. Che è molto diverso dal nostro, con mille sfaccettature che io per primo ammetto di non conoscere, ma anche molto diverso da come si crede in occidente. Di una cosa sicuro però: per provar a conoscere un popolo, bisogna vivere e lavorarci assieme per un periodo e non giudicarlo dai servizi in TV. Questo lo posso dire con una certa sicurezza perché anch'io prima di andarci mi ero fatto delle idee che poi si sono rivelate completamente falsate. Ti auguro di scoprirlo di persona che assieme ai fatti (veri) che riporti tu, c'è molto, ma molto altro che purtroppo non fa notizia. Buona Domenica